Giorgia Meloni, 'moriremo tutti' e la battuta sull'alcol: la sconfitta in Sardegna brucia
Vai al contenuto

Direttore: Alessandro Plateroti

Giorgia Meloni, ‘moriremo tutti’ e la battuta sull’alcol: la sconfitta in Sardegna brucia

Premier italiano Giorgia Meloni

Non il momento migliore per incontrare i giornalisti della stampa estera. I commenti di Giorgia Meloni dopo la batosta alla Regionali in Sardegna.

Avrebbe, probabilmente, preferito rimandare l’incontro con i giornalisti della stampa estera, eppure, Giorgia Meloni, va riconosciuto, ha preferito esserci e metterci la faccia. La Premier italiana non si è sottratta al faccia a faccia previsto nella cena annuale organizzata dall’Associazione della Stampa estera a Roma e, a modo suo, ha scherzato e fatto il punto a seguito anche della sconfitta del centrodestra alle Regionali in Sardegna che hanno visto il “suo” candidato, Paolo Truzzu, perdere contro Alessandra Todde, del campo largo M5S-Pd.

Bonus 2024: tutte le agevolazioni

Premier italiano Giorgia Meloni
Giorgia Meloni

Giorgia Meloni amara dopo le Regionali in Sardegna

La Meloni, come detto, ci ha messo la faccia e non ha perso il suo solito spirito. “Mi invitate proprio all’indomani della sconfitta in Sardegna, non aspettatevi da me grande simpatia oggi…”, ha voluto premettere la Premier.

Ma, al netto delle prime parole, la Presidente del Consiglio non ha certo fatto mancare alcune frasi importanti e decisamente ironiche, anche considerando il momento: “So che durante questo incontro ci si aspetta leggerezza, io non ero leggera manco a 15 anni figuratevi dopo questi mesi al governo, in tutto questo mi invitate nel giorno in cui perdo le elezioni in Sardegna ed è pure Quaresima, non posso nemmeno affogare i miei dispiaceri nell’alcol. Beh, è andata così”.

Il motto ‘moriremo tutti’

Dopo aver fatto alcune premesse, la Meloni ha cercato di descriversi e raccontarsi. Anche in questo caso non sono mancati passaggi importanti: “Mi dicono che il mio slogan è ‘Moriremo tutti’, sono d’accordo, non sono una persona ottimista. Nessuno dei miei sogni si è realizzato, volevo fare la cantante ma sono stonata, volevo giocare con la nazionale di pallavolo ma sono nana, volevo conoscere Michael Jackson ma è morto prima (sorride ndr)”.

Dichiarazioni che stonano certamente col momento di amarezza che, di fatto, la Premier sta vivendo. Le frasi dette, infatti, sembrano essere un bluff di facciata per nascondere l’inevitabile rabbia per come sono andate le Regionali in Sardegna.

Gli altri argomenti

A seguito di qualche risata, la Premier si è poi fatta molto seria e si è concentrata su argomenti più importanti. Sull’Intelligenza Artificiale, per esempio ha detto: “L’intelligenza artificiale è una grande opportunità, se governata”.

E ancora sulle necessità dell’Italia: “A questo Paese serve stabilità e per questo abbiamo proposto una riforma costituzionale che garantisca che siano i cittadini a scegliere chi governa e, se quel governo scelto dai cittadini va a casa, si torni a votare: democrazia”.

Infine sul premierato, la Meloni ha aggiunto che vorrebbe “dare stabilità e maggiore peso ai cittadini nella scelta dei propri governi”.

Riproduzione riservata © 2024 - NM

ultimo aggiornamento: 28 Febbraio 2024 14:18

Calenda cambia rotta? La svolta verso Schlein e Conte

nl pixel