Il presidente emerito Giorgio Napolitano è stato dimesso questa mattina. Era stato ricoverato lo scorso 24 aprile per problemi circolatori.

Giorgio Napolitano, presidente emerito della Repubblica, è stato dimesso dall’ospedale San Camillo di Roma nel corso della mattinata. Come riferito dall’Ansa, il nosocomio romano ha spiegato che adesso inizierà la riabilitazione motoria per il novantaduenne senatore a vita.

Lo scorso 24 aprile Napolitano era stato ricoverato per problemi circolatori. Era stato sottoposto nella sessa nottata a un intervento la cuore per una resezione parziale dell’aorta. Quindi meno di un mese di ricovero, nel corso del quale sono state tante le cariche istituzionali che hanno voluto fargli visita, prima delle dimissioni di quest’oggi.

Giorgio Napolitano dimesso dall’ospedale San Camillo

I medici del San Camillo hanno parlato di una ‘ripresa straordinaria’ da parte del presidente emerito Napolitano. La riabilitazione motoria sarà effettuata in una struttura privata.

Solo pochi giorni prima del ricovero, Napolitano era stato ospite di Fabio Fazio su ‘Che tempo che fa’. Nell’occasione aveva parlato delle sue sensazioni riguardo il possibile nuovo governo dopo le elezioni del 4 marzo, auspicando una discussione tra i partiti per trovare un punto d’incontro e dare all’Italia il governo di cui ha bisogno. Un invito che ancora oggi risulta tremendamente attuale.

Coronavirus, online la nuova autocertificazione

TAG:
cronaca Giorgio Napolitano ospedale riabilitazione

ultimo aggiornamento: 22-05-2018


Malasanità a Roma, ventenne morto in attesa di un trapianto

Anniversario della strage di Capaci, Mattarella: “Serve più impegno”