Protagonista in programmi come ’90° minuto’ e la ‘Domenica Sportiva’, Ignazio Scardina si è spento dopo anni di sofferenze.

Un altro lutto ha colpito quest’oggi il mondo del giornalismo sportivo. È morto Ignazio Scardina, ex giornalista Rai, capo della redazione calcistica di Rai Sport dal 2000 al 2006 ed ex volto noto di ’90° minuto’ e la ‘Domenica Sportiva’. La morte del giornalista, malato da anni, è stata data dalla moglie e dai figli su Facebook.

Classe 1947, Scardina è stato ricordato in queste ore da molti suoi colleghi: “Si è arreso stanotte, dopo anni di sofferenze inenarrabili. Ucciso da Calciopoli, da una lunga malattia “figlia” di una consapevolezza senza senso, né basi, e mai provata“.

Morto Ignazio Scardina. I colleghi: “L’ha ucciso Calciopoli“.

Il giornalista romano rimase coinvolto nel 2006 nello scandalo di Calciopoli. Scardina era uno degli imputati del processo di Napoli per illeciti commessi nelle stagioni 2004/05 e 2005/06, ma venne assolto nel 2011. Successivamente fu reintegrato in Rai.

Così Roberto Renga: “L’amico, il fratello, il compagno di mille viaggi e sogni“. Anche Ivan Zazzaroni ha voluto ricordarlo: “Era un giornalista Rai, un amico, un uomo sensibile, fin troppo“.

 

Anche la ‘Domenica Sportiva’, attraverso il proprio account Twitter, ha voluto ricordare uno dei suoi volti noti: “Oggi è un giorno triste per la redazione della Domenica Sportiva. È mancato Ignazio Scardina, ex caporedattore del calcio, per molti un caro amico, per altri un collega stimato e un uomo ingiustamente accusato nel processo Calciopoli. È uscito completamente assolto. Ciao Ignazio“.

https://www.instagram.com/p/BhRITNmHvbK/?tagged=ignazioscardina

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
cronaca giornalismo sportivo Ignazio Scardina lutto Rai

ultimo aggiornamento: 07-04-2018


Paura in montagna: sciatori travolti da una valanga a Pila, due morti

Paura a Napoli: spari sul lungomare, si pensa a una lite finita male