Istituita nel 1992, la Giornata Mondiale della Salute Mentale si celebra il 10 ottobre. Nel 2020 è inevitabile un riferimento all’emergenza coronavirus.

Il 10 ottobre si celebra la Giornata Mondiale della Salute Mentale. Si tratta di una ricorrenza particolarmente sentita soprattutto perché si tratta di un giorno nel quale, anno dopo anno, si provano a sfatare falsi miti e tabù.

La Giornata Mondiale della Salute Mentale

Si tratta di una Giornata Mondiale fortemente voluta dall’Organizzazione Mondiale della Sanità. Viene istituita nel 1992 grazie agli sforzi della Federazione mondiale per la salute mentale, dell’Oms, appunto, e dei Ministeri della Salute dei singoli Stati.

La giornata nasce di fatto con lo scopo e la missione di sensibilizzare le persone su un tema delicatissimo come i disturbi mentali che interessanno i bambini e gli anziani, gli uomini e le donne.

A differenza di altre malattie e patologie, quelle legate alla salute mentale continuano a rappresentare un argomento difficile da affrontare, e questo troppo spesso porta all’isolamento delle persone che ne sono affette.

Oms, Organizzazione mondiale della sanità

Il messaggio del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella

Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha scritto un messaggio in occasione della Giornata Mondiale della Salute Mentale, con un riferimento inevitabile all’emergenza coronavirus.

“La Giornata mondiale della salute mentale costituisce l’occasione per riflettere sui bisogni delle persone più fragili e sulla vulnerabilità psichica connessa alle condizioni di isolamento sociale e di emarginazione”, recita il messaggio del Presidente, che poi introduce il tema dell’emergenza sanitaria: “Quest’anno, le vicende della pandemia hanno acuito la sofferenza delle persone affette da patologia psichica, spesso costrette a vivere lontano dalle proprie famiglie per ragioni terapeutiche, e che si sono trovate in alcuni casi ad affrontare in solitudine gli effetti della chiusura”.

A ciò si aggiunga che la pandemia ha prodotto, tra le sue tragiche conseguenze, un incremento delle condizioni di disagio psichico, acutizzando situazioni di emergenza psicologica e sociale. Con le difficoltà incontrate dai servizi sanitari, i Paesi stanno trovando modi innovativi per fornire assistenza e sono nate iniziative per rafforzare il sostegno psicosociale”, prosegue il messaggio di Sergio Mattarella.

La salute mentale è un diritto che deve essere garantito a tutti, tutelando e sostenendo coloro che non possono autorappresentarsi. L’Italia da tempo si colloca in una posizione di avanguardia nell’approccio al tema e costituisce un punto di riferimento nel contesto internazionale. Per questo è importante continuare a sostenere gli investimenti in programmi di salute mentale. Venire meno a questo impegno costituirebbe un arretramento culturale e civile che, proprio in questo momento, il nostro Paese non si può permettere”.

Di seguito il testo integrale del messaggio del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro


Mascherine obbligatorie, come evitare multe fino a 1.000 euro

Coronavirus, Confindustria lancia l’allarme: “Contagi in aumento preoccupano, il recupero del Pil rallenta”