Milan, i portieri della storia contro Donnarumma: “Prenda posizione. Sei libero di querelare il tuo manager”.

Intervenuti ai microfoni de La Gazzetta dello Sport, quattro storici portieri del Milan hanno commentato il caso Donnarumma, rivelandosi in realtà abbastanza critici nei confronti del giocane portiere azzurro cresciuto nel vivaio milanista.

Giovanni Galli: “Non è giusto che tutta la responsabilità ricada su Donnarumma”

Non è giusto che tutto ricada sulle spalle di un diciottenne, anche perché chi ci dice che abbia davvero autorizzato le lettere all’avvocato? Dalle sue prestazioni o dagli atteggiamenti non ho mai percepito malcontento. Intendo ribellarmi a un punto, e cioè che gli sportivi siano dei tonti – ha proseguito Giovanni Galli ai microfoni della GdS. Puoi sbagliare una volta, se sei giovane. Ma non due e non sulla stessa questione. Se il tuo manager riporta un pensiero contrario al tuo sei libero di querelarlo. A meno che lui stesso non conosca cose che nessuno sa… Mi dispiace ma se ogni sei mesi siamo a questo punto ce ne faremo una ragione, il Milan ha vinto sette coppe dei campioni anche senza Donnarumma. Se il discorso riguarda i soldi è sbagliato alla base: se Gigio guadagna quasi sei milioni all’anno, Buffon dovrebbe prenderne venti. Se il discorso riguarda la competitività della squadra, pure: il Milan è settimo ma tu ne fai parte“.

Enrico Albertosi: “È impossibile che si faccia manovrare così”

Anche Enrico Albertosi ha invitato Gianluigi Donnarumma a prendere posizione – e se necessario le distanze – riguardo ai comportamenti del suo agente Mino Raiola: “La
situazione è assurda, è impossibile che un diciottenne con quei guadagni si faccia manovrare cosi. Dica chiaramente che vuole restare. Siccome Raiola è un signor procuratore che gli ha fatto guadagnare 6 milioni all’anno peri prossimi quattro è
giusto lo tenga al suo fianco. Ma uno che guadagna quei soldi deve essere bravissimo, neanche Buffon ha uno stipendio come il suo. Donnarumma è già bravo ma deve diventare ancora più bravo. A 18 anni mi rode pensare che abbia personalità
per difendere la porta e guidare la difesa e non per prendere una posizione netta fuori. Dica chiaramente: “Voglio restare qui!
“.

Coronavirus, online la nuova autocertificazione

TAG:
Gianluigi Donnarumma Giovanni Galli ivm milan

ultimo aggiornamento: 15-12-2017


Marco Bellinazzo: “La cessione di Donnarumma sarà un problema se saltasse la Champions”

Lo scontro tra Mirabelli e Raiola non si placa!