Giulia Alfa Romeo: la berlina che ha rilanciato il Biscione

Giulia Alfa Romeo: la berlina che ha rilanciato il Biscione

Lanciata nel 2016, la Giulia Alfa Romeo ha spinto la rinascita del marchio del Biscione, grazie alla qualità del design ed alle capacità prestazionali dei motori in dotazione.

La Giulia è un modello di berlina tre volumi di segmento D, a cinque porte, prodotto dalla Alfa Romeo. Disegnata da Marco Tencone, è stata presentata in anteprima mondiale nel 2015, nel corso di un evento dedicato tenutosi ad Arese; nell’occasione, vennero svelati due modelli preserie in versione Quadrifoglio; il lancio sul mercato è stato effettuato nel 2016. Viene assemblata nello stabilimento FCA di Cassino; nel 2018 è stata insignita del Premio Compasso d’Oro. A settembre 2018, l’Alfa ha integrato la gamma della Giulia proponendo l’allestimento B-Tech, esteso anche alla Giulietta ed allo Stelvio.

Scheda tecnica Giulia Alfa Romeo

L’Alfa Romeo Giulia è lunga 4.639 mm, è larga 1.873 mm, è alta 1.426 mm ed ha un passo che misura 2.820 mm. La base del modello è il pianale Compact usato per la ‘sorella minore’ Giulietta, ma rivisto e allungato. Il sistema di sospensioni tradizionale viene sostituito da un nuovo sistema brevettato (AlfaLink) che si caratterizza per l’ampio utilizzo dell’alluminio (riducendo così il peso della vettura). All’anteriore, lo schema è a doppio quadrilatero con asse di sterzo semi-virtuale in grado di limitare i fenomeni di sottosterzo; al retrotreno, invece, lo schema delle sospensioni è a quattro bracci e mezzo.

Per la carrozzeria della Giulia è possibile scegliere tra una gamma ben assortita di colorazioni; ai tre colori pastello (Rosso, Nero e Bianco) si aggiungono otto opzioni metallizzate: Blu Montecarlo, Grigio Lipari, Grigio Stromboli, Grigio Silverstone, Grigio Vesuvio, Nero Vulcano, Rosso Monza e Titanio Imola. I cerchi di serie da 16” sono in lega a cinque razze doppie mentre tra gli optional vi sono quelli da 17” e 18”. I rivestimenti per gli interni, nella versione di serie, sono in tessuto nero mentre gli interni in pelle sono un optional acquistabile a 1.900 euro.

Accessori di serie e optional a pagamento

La gamma degli accessori abbinati (o acquistabili) all’Alfa Romeo Giulia è quantomai ampia. Per quanto riguarda l’infotainment, la dotazione di serie include Alfa Connect con schermo da 6.5 pollici, radio, USB, Bluetooth e AUX-in; il sistema di navigazione, la radio DAB e la compatibilità con Adroid Auto o Apple CarPlay sono invece a pagamento.

Per quanto riguarda l’aspetto stilistico e la carrozzeria, l’optional più caro è il tetto panoramico apribile elettricamente, per il quale è necessario sborsare 1.700 euro. L’estetica può essere personalizzata scegliendo di rimuovere il logo o il nome dell’allestimento o selezionando un colore specifico per le pinze dei freni in alluminio (rosso, nero o giallo); inoltre, si può optare – spendendo 350 euro – per il profilo cromato dei cristalli esterni; stesso prezzo per i retrovisori ripiegabili elettricamente.

Sicurezza e tecnologia

L’equipaggiamento di dispositivi di sicurezza è di tutto rispetto. Il Lane Departure Warning utilizza segnali acustici e visivi in caso di superamento della propria corsia senza l’utilizzo dei segnalatori di direzione; il Forward Collision Warning avvisa il guidatore del pericolo imminente di collisione attivando la frenata automatica d’emergenza. Il Blind Spot Monitoring – disponibile su richiesta – segnala al conducente la presenza di veicoli o pedoni nel cosiddetto ‘angolo cieco’; è disponibile anche con telecamera posteriore e griglie dinamiche per coadiuvare le manovre di parcheggio. Il sistema di allarme perimetrale volumetrico è un optional, acquistabile per 500 euro. Per la stessa cifra, è possibile integrare la dotazione di serie con i sensori di parcheggio posteriori.

Giulia Alfa Romeo
Fonte immagine: https://twitter.com/alfa_romeo

Motorizzazioni Giulia Alfa Romeo

La gamma delle motorizzazioni in dotazione all’Alfa Giulia è piuttosto variegata. Le unità a benzina sono due: quella di base è un motore a 4 cilindri in linea da 2.0 litri, sovralimentato, in grado di sviluppare una potenza massima di 200 CV a 5.000 giri e una coppia massima di 330 Nm. Questo propulsore viene abbinato alla trazione posteriore e ad un cambio automatico EAT ad 8 rapporti; l’Alfa Romeo dichiara un tempo di accelerazione da 0 a 100 km/h in 6.6 secondi mentre la velocità di punta tocca i 230 km/h. I consumi in ciclo misto sono tra i 6.6 e i 7.0 litri ogni 100 km mentre le emissioni vengono quantificate tra i 153 g e i 162 g per km. Per l’allestimento ‘Veloce’ lo stesso motore viene proposto in una taratura di potenza maggiore (280 CV) e in combinazione con le quattro ruote motrici; la velocità massima aumenta fino a 240 km/h e lo scatto da 0 a 100 km/h scende sotto i sei secondi. La Giulia Quadrifoglio Verde, infine, viene sospinta da un V6 turbo benzina da 2.9 litri a trazione posteriore capace di erogare 510 CV a 6.500 giri e 600 Nm di coppia motrice; i riscontri prestazionali lievitano di conseguenza: 307 km/h di velocità di punta e accelerazione da 0 a 100 km/h sotto i 4 secondi.

Anche il motore diesel della gamma Alfa Romeo Giulia è un 4 cilindri in linea sovralimentato; si tratta nello specifico di un 2.2 litri a trazione posteriore declinato in diversi tagli di potenza. La versione meno potente sviluppa 136 CV ed è disponibile solo sull’allestimento Business che ha in dotazione anche la taratura da 160 CV; quest’ultima sospinge anche l’entry level e il livello Executive, l’unico a poter contare anche sul taglio da 190 CV. La Giulia Veloce, infine, si colloca al top della gamma con la versione da 210 CV. Tutte le motorizzazioni sono coadiuvate da un trasmissione automatica EAT a 8 rapporti mentre quelle più potenti vengono abbinate sia alla trazione posteriore che alle quattro ruote motrici. Per quanto riguarda le prestazioni, si va dai 210 km/h di velocità massima del motore da 136 CV ai 235 km/h della versione Veloce TI.

Mediante il sistema Alfa D.N.A. il guidatore può scegliere tra tre modalità di guida: Dynamic (freni e volante più sensibili rendono la guida più sportiva), Natural (prevede un assetto delle sospensioni più confortevoli) e Advanced Efficiency (ottimizza la dinamica e riduce il consumo di carburante).

Listino prezzi Giulia Alfa Romeo

La berlina del Biscione rappresenta un modello di fascia alta all’interno del proprio segmento di appartenenza. L’allestimento base della Giulia viene proposto a listino a partire da 37.300 euro con motore benzina e da 41.800 euro con propulsore diesel. Al vertice della gamma si colloca la Veloce TI: il prezzo d’attacco della versione benzina è di 62.300 euro mentre la variante a gasolio è acquistabile a partire da 65.700 euro.

Fonte immagine: https://twitter.com/alfa_romeo

Fonte immagine: https://twitter.com/alfa_romeo

ultimo aggiornamento: 04-10-2018

X