Morto Giuseppe Gazzoni Frascara, storico presidente del Bologna. Aveva 84 anni.

Il mondo del calcio e dell’imprenditoria piange Giuseppe Gazzoni Frascara, storico presidente del Bologna. L’uomo aveva ottantaquattro anni.

Morto Giuseppe Gazzoni Frascara

L’ex presidente del Bologna, volto noto del calcio, è morto all’età di ottantaquattro anni. La notizia è stata riportata anche dai canali ufficiali del Bologna, con il club che ha voluto onorare la memoria di un uomo che ha fatto la Storia della squadra.

Gazzoni ha preso in mano le redini del Bologna nel momento più buio, dopo il fallimento, e ha riportato la città a sognare grazie alle giocate di campioni come Roberto Baggio e Signori. Tanto per citare due nomi che hanno caratterizzato l’era Frascara.

Tutto il Bologna Fc 1909 partecipa al dolore della famiglia ricordando commosso il Presidente Gazzoni, entrato a pieno titolo nella storia ultracentenaria del nostro Club, che ha contribuito in modo determinante con il suo operato a far tornare importante nello scenario nazionale”, recita il comunicato ufficiale diramato dal Bologna sul proprio sito.

Di seguito il post condiviso sulla pagina Facebook del Bologna Fc.

Gazzoni Frascara e il Bologna: la storia nel comunicato del club

Il Bologna ha voluto ricordare la carriera del Presidente ripercorrendo le tappe più importanti della sua vita da numero uno dei rosso-blu.

“Protagonista dell’operazione di salvataggio con cui acquistò il Bologna dopo l’onta del fallimento, ha ricostruito società e squadra, riconquistando in breve tempo la massima serie e portando i rossoblù alla ribalta del calcio italiano”.

Nel comunicato si ricordano poi alcuni dei talenti che hanno vestito la maglia del Bologna.

Gli acquisti di autentici fuoriclasse come Baggio e Signori, la vittoria della Coppa Intertoto nell’agosto 1998 – un titolo in bacheca mancava dal ‘74 -, le ritrovate partecipazioni europee con la memorabile cavalcata della squadra di Mazzone fino alla semifinale Uefa di 21 anni fa”.

Quindi il doveroso tributo.

“Gazzoni ha riportato a Bologna entusiasmo e grandi giocatori, da Pagliuca ad Andersson, da Kolyvanov a Cruz, e tanti altri poi rimasti nel cuore degli appassionati, con Ulivieri, Mazzone e Guidolin come principali timonieri in panchina”.”

TAG:
calcio news

ultimo aggiornamento: 24-04-2020


Cassano studia da Direttore sportivo: ‘Mi si metta alla prova, firmo anche in bianco’

L’accusa: ‘Lo Stato chiede ai bergamaschi il costo della cremazione delle loro vittime’