Oggi la premier Giorgia Meloni sarà alla Camera per il discorso programmatico su cui il Parlamento voterà la fiducia per poi passare al Senato.

Il governo guidato da Giorgia Meloni ha intenzione di durare 5 anni, fino alla fine della legislatura. Un governo come ha sottolineato nuovamente la premier è “fortemente politico”, nonostante una buona quota di tecnici, ma che in molti casi si tratta di tecnici vicini all’orientamento politico di Fratelli d’Italia. Questa mattina alle 11 la presidente del Consiglio sarà a Montecitorio per le dichiarazioni programmatiche alla Camera. Alle 12.30 si consegnerà il testo a Palazzo Madama.

Per il nuovo governo ora è il momento di mostrare “come dare seguito concreto e attuazione agli impegni”. Ora è il momento di iniziare a fare quelle scelte in “difesa degli interessi degli italiani” come promesso quando era all’opposizione e durante la campagna elettorale. Il discorso che farà Meloni alla Camera sarà “di ampio respiro” e toccherà le questioni fondamentali su cui è impegnata l’Italia. La premier ha chiarito il posizionamento internazionale euro-atlantico incontrando Macron e programmando un viaggio a Kiev.

Presidente del Consiglio Giorgia Meloni
Presidente del Consiglio Giorgia Meloni

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Cosa dirà la nuova premier alla Camera

Il governo Meloni sarà al fianco dell’Ucraina anche con il sostegno delle armi ribadendo la ferma condanna alla Russia. Gli altri temi principali su cui dovrà intervenire a stretto giro il nuovo governo è la crisi energetica e il caro bollette. Il nuovo esecutivo è segnato dalla discontinuità evidenziata dal cambio di nomi dei ministeri e dalla continuità necessaria sul fronte internazionale con il governo Draghi su energia e guerra e alcuni dossier aperti come ha evidenziato la scelta di tenere Cingolani e Giorgetti.

Segno di continuità e di posizionamento è stata anche la conversazione telefonica con il presidente ucraino Zelensky che in un’intervista ha espresso parere positivo sul nuovo governo italiano. “Per ora posso solo parlare in modo positivo del vostro governo appena insediato, nessuna impressione negativa. Ho avuto una conversazione telefonica con la nuova premier che si è detta chiaramente favorevole alla nostra comune alleanza e mi ha assicurato il suo pieno sostegno per l’Ucraina contro l’aggressione russa».

“Con Draghi il livello delle nostre relazioni bilaterali aveva fatto un salto in avanti e ora continueremo a migliorarlo: le ho detto questo e lei mi ha risposto che certamente era anche la sua volontà, che non intende distruggere nulla di ciò che è stato costruito” ha detto Zelensky. “Con Giorgia abbiamo condiviso gli stessi concetti e non vedo come l’Italia possa diventare nel prossimo futuro il cavallo di Troia della Russia.”

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 25-10-2022


Consiglio Ue Energia, Fratin: “Sì al nucleare pulito”

Ministri e conflitti di interesse, Santanché: Pronta a lasciare le spiagge”