Nuovo decreto, il Green Pass diventa obbligatorio per tutti i lavoratori: la conferenza stampa al termine del Consiglio dei Ministri numero 36.

Via libera all’unanimità al nuovo decreto sull’estensione del Green Pass che diventa obbligatorio sostanzialmente per tutti i lavoratori. Le misure adottate dal governo sono state illustrate in conferenza stampa dal Ministro della Salute Roberto Speranza e dai ministri competenti.

Di seguito il video della conferenza stampa al termine del Consiglio dei Ministri numero 36.

Green Pass obbligatorio, tutte le regole da rispettare

Speranza, “Con il nuovo decreto estendiamo il Green Pass obbligatorio a tutto il mondo del lavoro”

La strategia adottata punta sul vaccino. Con il decreto estendiamo dal 15 ottobre il Green Pass a tutto il mondo del lavoro per rendere i luoghi di lavoro più sicuri e per rendere ancora più forte la nostra campagna di vaccinazione“, ha dichiarato il Ministro della Salute Roberto Speranza. “Renderemo più capillare la rete di farmacie in grado di distribuire tamponi e chiediamo alle farmacie di rispettare il protocollo stipulato dal Commissario Figliuolo. I tamponi saranno gratuiti solo per le persone esenti. Siamo convinti che il decreto possa dare un’ulteriore spinta alla fase di ripartenza“.

Monitoriamo con grande attenzione i dati per valutare gli effetti della riapertura delle scuole sulla curva epidemiologica. Nel caso in cui non dovessero esserci contraccolpi, come ci auspichiamo, allora allargheremo le maglie anche per quanto riguarda le capienze in stadi, teatri, musei e luoghi della cultura. Le richieste che arrivano dai mondi sono legittime. Speriamo di dare una risposta positiva ma in base a numeri solidi“.

Il governo ha già dato parere favorevole a un emendamento nel decreto in conversione alla Camera all’ampliamento a 72 ore della vigenza del Green Pass solo se i test sono molecolari. La vigenza per i test molecolari arriverà a 72 ore“.

Roberto Speranza
Roberto Speranza

Brunetta, “Andiamo a toccare tutto il mondo del lavoro, tutto il capitale umano del Paese”

La novità è che andiamo a toccare tutto il mondo del lavoro, pubblico e privato, dipendente e autonomo. Si tratta di un insieme di più di 23 milioni di persone. Tutto il capitale umano del Paese. Con questo provvedimento vogliamo accelerare la dinamica fisiologica delle vaccinazioni“, ha dichiarato il Ministro Brunetta. “Ci sono quattro settimane per preparare al meglio la strategia, anche seguendo l’esempio della scuola, dove ha funzionato tutto. E la scuola è il luogo più complicato […]. Abbiamo applicato il modello scuola con le stesse sanzioni e le stesse modalità. Applicando il modello a scuola, probabilmente a metà ottobre avremo superato i risultati previsti dal Commissario Figliuolo”.

All’articolo 1 comma 5 si prevede che si predispongano linee guida che saranno poi firmate dal Presidente del Consiglio per accompagnare il passaggio dei controlli e della presenza. Noi puntiamo alla sicurezza e alla massima presenza nei posti di lavoro. Con questo provvedimento riapriranno le nostre città perché ci saranno riaperture degli uffici in presenza. Le procedure saranno contenute nelle linee guide che appronteremo e che saranno fatte propre

Orlando, “No al licenziamento, la sanzione è la sospensione”

La norma individuata dispone che non possa esserci il licenziamento per il lavoratore che non ha il Green Pass. La sanzione è la sospensione“, ha dichiarato il ministro Orlando.

coronavirus governo Draghi vaccino coronavirus

ultimo aggiornamento: 16-09-2021


Processo Ruby ter, non sarà effettuata la perizia sulle condizioni di salute di Berlusconi

Totocalcio, come si gioca e come si vince: le nuove regole