Secondo il leader di Italia Viva i grillini si scaglieranno contro Draghi alla vigilia del G7.

Matteo Renzi profetizza – finora spesso le sue profezie si sono rivelate fondate – un nuovo assalto dei grillini contro il premier Draghi. “Il 21 giugno non prendete impegni. È il giorno in cui i grillini tenteranno l’assalto contro Draghi in Senato. Segnatevi questa data: 21 giugno, Palazzo Madama, pomeriggio. Io interverrò in Aula. Ma ricordatevi che questo inizio dell’estate segnerà l’inizio di un lungo inverno per Conte and company. Chi vivrà, vedrà”. Scrive così Matteo Renzi in riferimento alle comunicazioni del premier in Senato.

Mario Draghi interverrà in Aula prima del G7 in Germania e prima del Consiglio europeo previsto il 23 giugno. Il 21 giugno è la data in cui il presidente del Consiglio interverrà in Senato per il voto sulle armi e secondo Renzi ci sarà un assalto grillino.

In questa occasione, Conte sarebbe disposto a spaccare il governo sull’argomento dibattuto delle armi a cui il M5S si è sempre opposto dall’inizio della guerra provocando non pochi malumori all’interno del governo e della coalizione stessa. Il 23 e il 24 Draghi sarà impegnato nel vertice europeo ma prima andrà in Aula per la votazione. La situazione è molto complicata in politica estera ma si aggiungono anche i problemi interni.

Matteo Renzi
Matteo Renzi

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Conte contro Draghi sulle armi

In vista delle prossime elezioni, Giuseppe Conte per Matteo Renzi, si sta preparando alla campagna elettorale. Quello della votazioni sulle armi sarà una grande occasione per l’avvocato per far prevalere la sua voce – ben fuori quella del governo – e tenterà un ennesimo strappo a questa maggioranza. Spesso Conte ha dichiarato che c’era qualcuno che voleva il Movimento fuori dal governo ma la verità è che lui stesso a volersi chiamare fuori. Quale occasione migliore di quella della votazione sulle armi in Ucraina?

Dopo tre invii di armi possiamo dire che l’Italia anche su questo fronte ha fornito il suo contributo. Altri Paesi peraltro stanno continuando ad armare in abbondanza l’Ucraina. Dopo tre mesi di guerra, l’Italia deve caratterizzarsi per una svolta diplomatica intensa e decisa, coinvolgendo gli altri Paesi dell’Unione Europea” ha dichiarato Conte proprio pochi giorni fa.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 01-06-2022


Draghi ottiene il tetto al prezzo del gas in Ue

Berlusconi dà forfait al congresso Ppe stanco dalla festa per il Monza