Un guasto ai computer sui treni Alta Velocità ha portato a diversi disagi sulla Napoli-Milano. Ecco tutti i dettagli.

ROMA – E’ stato un inizio di giovedì 17 marzo non semplice per Trenitalia e tutti gli altri treni Alta Velocità per un guasto ai computer. Il problema, come evidenziato anche da Fanpage, è stato riscontrato per la prima volta la notte e da quel momento ci sono stati diversi disagi per i passeggeri.

Diverse le corse cancellate e i ritardi che sulla tratta Napoli-Milano hanno raggiunto anche le due ore. La situazione dovrebbe tornare piano piano alla normalità nel giro di poco tempo, ma non è stata sicuramente un inizio di giornata positivo per il trasporto ferroviario.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Diversi i disagi per i passeggeri

Come detto, sono stati diversi i disagi per i passeggeri. Nelle stazioni dei treni si registrano sin dalle prime ore di questo giovedì delle lunghe code da parte di tutti i viaggiatori, che sono in attesa di sapere come e quando potranno fare il loro viaggio.

La situazione, come detto, sembra essere in netto miglioramento e si dovrebbe tornare alla normalità già nelle prossime ore, ma, prima di riprendere a viaggiare come sempre, bisogna smaltire l’effetto code e sicuramente per farlo ci vogliono ancora diverse ore.

Treno Milano
Treno

Il problema è stato risolto

Il guasto ai computer è stato fortunatamente risolto nelle prime ore di questo giovedì. Le aziende interessate dal problema sono comunque al lavoro per cercare di mettere definitivamente la parola fine a questo disagio e soprattutto non farlo più capitare in futuro visto che, come abbiamo visto, crea diversi problemi ai passeggeri.

Una mattinata non assolutamente semplice per quanto riguarda il trasporto ferroviario. Molto probabilmente i disagi continueranno nelle prossime ore visto che non si potrà tornare alla normalità fino a quando non sarà smaltito l’effetto code.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 17-03-2022


L’attesa a Kiev continua mentre l’avanzata russa sembra essersi bloccata

Covid: obitori pieni a Hong Kong