La bambina è nata nei sotterranei della metropolitana di Kiev durante i bombardamenti sulla capitale dell’Ucraina.

Mia è la bambina nata nella notte tra venerdì e sabato nei sotterranei della metropolitana di una Kiev assediata nell’ultima fase della guerra in Ucraina. Quella più dura anche e soprattutto per i civili, costretti a toccare con mano la follia della guerra, il rumore delle bombe, le esplosioni. La morte.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Guerra in Ucraina, l’impresa di Mia: la bambina è nata nei sotterranei della metropolitana di Kiev

Nel dramma della guerra in Ucraina, la mamma di Mia si trovava nella metropolitana di Kiev mentre la città era assediata da mezzi e dagli uomini dell’esercito russo. La mamma della piccola era nascosta nei sotterranei della metropolitana per ripararsi dai bombardamenti. Proprio in questa situazione drammatica Mia ha deciso di venire al mondo, un raggio di luce e di speranza in un mondo devastato dalla guerra. La mamma è stata assistita da un medico che l’ha seguita in attesa dell’arrivo dell’ambulanza.

Il parto è avvenuto nei sotterranei della metropolitana.

La nascita di Mia ha cancellato il dramma della guerra. Lacrime di gioia, abbracci, sorrisi, fotografie, video. La gioia che sovrasta la disperazione. L’uomo che vince sulla follia della guerra. Il riscatto dell’umanità, la rivincita della vita sulla morte.

Kiev
Kiev

Le condizioni della mamma e della bambina

Mamma e figlia sono in buone condizioni: stabilizzate sul posto, le due sono state trasportate in ospedale.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 27-02-2022


Ucraina, civili disarmati fermano un carro armato russo. Il video

Sono arrivati in Italia i primi profughi in fuga dall’Ucraina