Hyundai ix35: scheda tecnica del SUV che rinnovò la gamma Tucson
Vai al contenuto

Direttore: Alessandro Plateroti

Hyundai ix35: scheda tecnica del SUV che rinnovò la gamma Tucson

Hyundai Ix35

Erede della prima generazione della Tucson, la Hyundai ix35 utilizza un nuovo telaio e introduce gli stilemi caratteristici dei nuovi modelli del produttore coreano.

La Hyundai ix35 è un modello di SUV prodotto tra il 2009 ed il 2015. Si colloca nel mezzo tra la prima e la seconda generazione della Tucson (solo sui mercati dove non ha conservato la denominazione ‘Tucson’), introducendo – assieme alla Genesis, immessa sul mercato un anno prima – la nuova linea stilistica della casa di Seul. È stata progettata interamente in Europa, a Rüsselsheim (in Germania) ed in particolare dall’ex progettista della BMW Thomas Bürkle. Nel 2008, in occasione del Salone dell’Auto di Ginevra, venne presentato il ‘prototipo’ della ix35, la concept car ix-Onic; l’anno seguente, al Salone di Francoforte, la Hyundai ha presentato la versione definitiva poi messa in commercio.

Come fare soldi? 30 idee semplici per guadagnare

Scheda tecnica Hyundai ix35

La Hyundai ix35 è un SUV compatto – ascrivibile al novero delle vetture di segmento C – a cinque porte e cinque posti, lungo 4.41 metri, largo 1.82 m e alto 1.655 mm, con un passo superiore ai due metri e mezzo (2.640 mm), così da incrementare sensibilmente gli ingombri della prima serie della Tucson (fatta eccezione per l’altezza), di cui di fatti prende il posto all’interno della gamma Hyundai. Infatti, la precedente denominazione venne conservata per i modelli destinati ai mercati di Corea e Stati Uniti.

La ix35 utilizza la stessa struttura modulare della i30, offrendo così una rigidità superiore del 15% che permette di migliorare la manovrabilità della vettura. Le sospensioni anteriori presentano uno schema a ruote indipendenti di tipo MacPherson mentre quelle posteriori presentano uno schema a ruote indipendenti Multilink a cinque bracci; la distribuzione è affidata ad un differenziale elettronico centrale. L’impianto frenante utilizza dischi autoventilati.

L’evoluzione del design e degli interni

La Hyundai ix35, come detto, segna decisamente il passo per quanto riguarda il design rispetto ai modelli immediatamente precedenti. Tra il 2008 e il 2009, infatti, la casa automobilistica coreana abbraccia una nuova linea stilistica (Fluidic Sculpture). Il design semplice, solido e lineare della prima generazione della Tucson lascia il posto ad un’impostazione più elaborata e al passo con i tempi.

La differenza di impostazione nel design si nota anzitutto nel frontale; una griglia trapezoidale si inserisce in un prospetto dominato da forme spigolose e slanciate che sembra ispirarsi in parte alle ampie calandre tipiche del design Audi. Completamente ridisegnati anche i gruppi ottici, che abbandonano la forma quadrata per allungarsi decisamente in direzione della fiancata. A differenza del concept, i gruppi ottici secondari posti ai fianchi della griglia assumono una forma molto più vicina a quella dei fanali e risaltano grazie al profilo cromato. Anche la fascia paraurti risulta molto più agile, snellendo i volumi squadrati della ‘vecchia’ Hyundai Tucson. Le superfici delle fiancate risultano molto più moderne grazie alle venature che conferiscono un aspetto più aerodinamico al prospetto che nella versione precedente era ‘movimentato’ solo da una ampia fascia di cintura lungo il bordo dei passaruota e il margine inferiore della fiancata (ripresa comunque, seppur in maniera più discreta, anche dall’ix35).

Il restyling coinvolge ovviamente anche il posteriore, definito da linee più fluide e armoniose; lo spoiler sul lunotto – più inclinato – accentua il carattere sportivo del modello mentre i gruppi ottici riprendono lo stile di quelli anteriori e si sviluppano in orizzontale anziché in verticale.

La rivisitazione del design esterno trova una degna corrispondenza negli interni, completamente rivoluzionati. Il volante, la plancia e il tunnel centrale presentano una linea assai più moderna ed elaborata; il profilo trapezoidale della calandra viene ripreso al centro della plancia per esaltare il display touch mediante il quale gestire le funzioni del navigatore satellitare e dell’impianto audio. Lo stesso modulo viene adoperato per le prese del sistema di areazione e i buona parte dei pulsanti. Gli interni offrono ampia possibilità di scelta, sia per quanto riguarda le armonie e gli accostamenti cromatici per la plancia e gli inserti, oltre ai diversi materiali dei sedili (pelle o tessuto).

Hyunday Ix35
Fonte immagine: https://www.flickr.com/photos/portugalmotorsport/11278978084

Le motorizzazioni

La gamma di motorizzazioni Hyundai ix35 comprende sia motori a benzina che diesel. La versione di lancio offriva solo un power train da 2.0 litri (1.998 cc di cilindrata), con distribuzione da 16 valvole, declinato in diversi tagli di potenza. La versione a benzina da 163 CV era abbinata sia alla trazione anteriore che a quella integrale (quest’ultima non è stata importata in Europa) con cambio automatico.

La motorizzazione diesel, invece, pur con la stessa architettura (4 cilindri in linea e 1.998 cc di cilindrata) propone due versioni, una da 136 CV e una da 184 CV. La prima è abbinata alle due tipologie di trazione mentre la seconda combina la trazione integrale sia con cambio automatico che cambio manuale.

Nel 2011, i tecnici Hyundai hanno ampliato la gamma di power train sviluppandone due ex novo appositamente per il mercato europeo. Si tratta di un benzina da 1.6 litri (1.591 cc di cilindrata e distribuzione a 16 valvole) in grado di sviluppare 135 CV e un diesel da 1.7 litri (1.685 cc) da 115 CV. In realtà, il novero di power unit della Hyundai ix35 comprende anche un benzina da 2.4 litri, mai importato, abbinato alla trasmissione automatica ed alla trazione integrale, da 178 CV. Dal punto di vista delle prestazioni, la velocità di punta va dai 173 km/h del 1.7 diesel CRDI R-Line 16V ai 195 km/h del 2.0 diesel a trazione integrale.

Le innovazioni tecnologiche e gli allestimenti sul mercato italiano

Il rinnovo stilistico della ix35 viene abbinato ad un’ampia dotazione di sistemi tecnologici innovativi, come ad esempio l’assistenza per la partenza in salita (che prevede l’innesto automatico del freno di stazionamento) o il Downhill Brake (ovvero la frenata automatica nelle discese particolarmente ripide). Da sottolineare anche la presenza del sistema Stop & Go che spegne automaticamente il motore a basse velocità e posiziona il cambio in folle, così da consentire di contenere le emissioni.

In Italia, la Hyundai ix35 è stata importata in tre allestimenti: Classic, Comfort e Style. Questi ultimi offrono tra le dotazioni caratteristiche il Cruise Control, i sensori di parcheggio e gli interni e il volante in pelle. La versione Style include i cerchi in lega da 18”, il tetto panoramico ad apertura elettrica e le vernici metallizzate. Il range dei prezzi Hyundai ix35 può oscillare tra i 20.000 e i 30.000 euro, a seconda dell’allestimento e della motorizzazione.

Fonte immagine: https://www.flickr.com/photos/67752188@N04/6594103899

Fonte immagine: https://www.flickr.com/photos/portugalmotorsport/11278978084

Riproduzione riservata © 2024 - NM

ultimo aggiornamento: 14 Giugno 2018 9:50

Lancia Ypsilon vs Fiat 500: due classici made in Italy al passo con i tempi

nl pixel