Milan, manca il bomber!

La sconfitta contro la Juventus ha dimostrato oltretutto che al Milan manca un bomber di razza in grado di garantire un certo numero di gol. Né Kalinic, né André Silva…

chiudi

Caricamento Player...

Nonostante il mercato da 230 milioni, il Milan non è riuscito a garantirsi un bomber da almeno 20 e passa gol a campionato. Dopo quasi un terzo di campionato, infatti, i numeri sono eloquenti: Kalinic ha segnato 3 gol, la sorpresa Cutrone ne ha fatti 2 mentre André Silva (6 in Europa League, ndr) è ancora al palo, inteso anche come il montante colpito nel derby.

Solo questione di centimetri?

Montella sta puntando in particolare su Kalinic: l’ex Fiorentina, però, non è riuscito a confermarsi come bestia nera della Juventus. Prima ha mancato la deviazione per pochi centimetri, poi al 45′ ha stampato sulla traversa il suggerimento di Calhanoglu. Sarà anche sfortuna ma colui che è designato a essere il bomber del Milan non riesce a buttarla dentro. Forse anche perché il 29enne croato un vero bomber non lo è mai stato…

63 milioni per due attaccanti

Come detto, sul mercato il Milan ha impiegato molti soldi e per l’attacco ha investito 38 milioni sul talento di André Silva e 25 milioni per assicurarsi il più esperto Kalinic. In molti hanno storto il naso, sostenendo che con 63 milioni fosse meglio prendere un solo bomber ma di maggiore livello. Il problema è che i papabili hanno preferito altre soluzioni o destinazioni.

Il confronto

Del resto, basta dare un’occhiata alla classifica dei marcatori per capire come la distanza del Milan dalle posizioni di vertice dipende anche dall’assenza di un bomber di razza: Immobile (Lazio) 13 gol, Dybala (Juventus) 11 gol, Icardi (Inter) 11 gol, Mertens (Napoli) 9 gol e Dzeko (Roma) 7 gol. Bianconeri e partenopei possono contare anche sullo score di Higuain e Callejon. In assoluto, il miglior marcatore del Milan è Suso con 4 reti.