Governo: il mandato a Conte e il bluff di Salvini, unico vincitore nella crisi di potere. La Lega guadagna punti in vista delle prossime elezioni.

GOVERNO – Mentre la piazza si rivolta contro Sergio Mattarella per aver bocciato Giuseppe Conte, la Lega di Matteo Salvini vola nei sondaggi e già si prepara alle prossime elezioni (che probabilmente si terranno dopo agosto).

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Euro e Conte: un bluff di Salvini?

Eppure le ombre sulla trattativa tra Lega-M5s e Mattarella restano tante. Possibile che tutto sia saltato a causa di un nome? Secondo qualcuno il tutto si spiegherebbe in un modo solo: un grande piano di Salvini per guadagnare terreno sul MoVimento.

Di fatto il leader della Lega non avrebbe avuto alcun interesse a formare un governo con Luigi Di Maio. Confrontando le versioni del Quirinale, di Salvini e di Di Maio non si arriva a una versione chiara e univoca che possa far luce sugli ultimi giorni di trattative, e questo sembra strano.

Secondo alcuni il vero piano del leader della Lega era quello di tornare alle urne il prima possibile e di farlo da favorito. Quella dell’uscita dall’Euro sarebbe stata dunque una strategia costruita, tra indizi e smentite, a regola d’arte per destabilizzare i vertici del paese e far saltare il tavolo.

Governo: la vittoria di Matteo Salvini

Salvini aveva però pronto un piano B: se fosse stato accettato il nome di Savona ne avrebbe approfittato per uscire dall’Euro con un colpo di mano repentino e deciso.

Alla resa dei conti a vincere è stato Matteo Salvini, pronto a rientrare nella coalizione di centrodestra con una maggioranza consolidata che ha ormai quasi appianato il gap con il Movimento 5 stelle.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 29-05-2018


Il piano di Governo di Cottarelli

Pd, Gentiloni torna in corsa ma Renzi vuole le primarie