Il Partito democratico delude le aspettative e deve fare i conti interni.

La prima forza del centrosinistra deve fare una resa dei conti ora con i risultati delle politiche. Nonostante ci avesse sperato fino all’ultimo, più l’elettorato che il Pd stesso, la campagna elettorale ha puntato a perdere bene e non è successo neanche quello. Ora Enrico Letta deve riflettere sulla palese sconfitta del centrosinistra. La coalizione di destra ha vinto con il 43,87% mentre quella di centrosinistra ha conquistato il 26,35% di voti e il Pd si è fermato al 19%.

E’ un dato su cui riflettere. Letta deve prendere atto di quello che è accaduto al suo partito e al centrosinistra anche in conseguenza alla campagna elettorale Il Pd si afferma comunque come prima forza all’opposizione ma già è nell’aria un possibile cambio alla segreteria. Al Nazareno già circolano le possibili dimissioni di Letta. Come scrive Repubblica, da ieri sera dai primi spogli in discussione ci sono il Pd, la sua identità e la leadership.

Enrico Letta
Enrico Letta

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Il Pd verso un cambio di segreteria

Secondo molti, ad aver contribuito a questo tracollo sono state le alleanze mancate, la strategia di opporsi alla destra e anche alle altre forze politiche senza unirsi in una proposta alternativa forte. A dirlo sono anche i leader di Sinistra Italiana Fratoianni e di Europa Verde Bonelli: “I numeri dicono che un’alleanza più larga avrebbe reso la vita più difficile alla destra” precisando che era necessaria un’alleanza con il M5S.

Dopo questo risultato non sarà facile riprendere le sorti del Pd. Per questo già si pensa ad un cambio di segreteria e il più quotato è Stefano Bonaccini il presidente dell’Emilia Romagna. Il partito democratico è diviso da varie correnti tra renziani e contiani tenere insieme tutte le parti non sarà un lavoro semplice per chiunque ne assumerà la segreteria.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

Speciale Governo

ultimo aggiornamento: 26-09-2022


Il fallimento della Lega: sotto il 10%

Elezioni, M5S Conte: “Siamo la terza forza politica del paese”