Il primo ministro italiano Mario Draghi ha rassegnato le sue dimissioni dopo che il partner populista della coalizione Cinque stelle ha ritirato il suo sostegno in un voto di fiducia.

L’ex capo della Banca centrale europea guida un governo di unità dal febbraio 2021.

In una dichiarazione, ha detto che il patto di fiducia che aveva sostenuto il governo di unità era sparito.

Tuttavia, il presidente si è rifiutato di accettare le sue dimissioni.

Il presidente Sergio Mattarella ha nominato Draghi – ex capo della BCE – per guidare la ripresa della pandemia italiana post-Covid e salvare il paese dall’instabilità endemica. Ora ha invitato Draghi a rivolgersi al parlamento per fornire un quadro chiaro della situazione politica.

L’effetto dell’intervento del presidente Mattarella non è del tutto chiaro. Draghi dovrebbe andare in parlamento mercoledì prossimo e con sufficiente sostegno potrebbe rimanere in carica.

Gli straordinari sviluppi a Roma hanno coronato una giornata di dramma scatenata quando il leader dei Cinque Stelle Giuseppe Conte si è rifiutato di sostenere il pacchetto di aiuti economici da 23 miliardi di euro (19,5 miliardi di sterline) del governo per famiglie e imprese, sostenendo che Draghi non stava facendo abbastanza per affrontare la crisi del costo della vita.

Anche se il governo ha vinto comodamente il voto di giovedì al Senato con l’aiuto di altri partiti, l’uomo soprannominato “Super Mario” aveva avvertito ripetutamente che senza il sostegno dei Cinque Stelle il governo non poteva continuare.

Draghi ha fatto una prima visita di un’ora al presidente Mattarella e, dopo aver riflettuto sul suo futuro, ha rilasciato la sua dichiarazione di dimissioni.

“I voti di oggi in Parlamento sono molto significativi dal punto di vista politico. La maggioranza dell’unità nazionale che ha sostenuto questo governo sin dalla sua creazione non esiste più”, ha affermato. Dopo essersi rivolto ai ministri è tornato al palazzo del Quirinale per rassegnare le sue dimissioni al presidente. Evitando le telecamere, non ha usato la porta principale.

Le elezioni erano già previste all’inizio del 2023 e, se il governo crollerà, è probabile che si svolga un voto questo autunno. Diversi partiti di destra sono desiderosi di elezioni anticipate, ma un periodo di incertezza politica metterà a repentaglio gli sforzi dell’Italia per affrontare un’incombente crisi energetica e approvare il bilancio del prossimo anno per garantire finanziamenti dell’UE.

Fino al voto del Senato, sono stati fatti tentativi per risolvere la crisi della coalizione. Il mercato azionario di Milano è crollato del 3,4% mentre il nervosismo si diffondeva agli investitori nella terza economia più grande della zona euro.

Il commissario per l’economia dell’Unione europea Paolo Gentiloni, che è lui stesso un ex primo ministro italiano, ha affermato in precedenza che l’esecutivo dell’UE stava osservando gli sviluppi a Roma “con stupore preoccupato”. Il capo del gruppo industriale italiano Confindustria ha affermato che la decisione di Five Star ha mostrato “totale irresponsabilità”.

I Cinque Stelle erano originariamente il più grande partito della coalizione, ma hanno visto una serie di defezioni e un calo del sostegno. L’ex leader del partito Luigi di Maio lo ha accusato di un cinico piano per far cadere il governo Draghi per rilanciare il proprio sostegno, trascinando l’Italia al collasso economico e sociale.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 14-07-2022


Mario Draghi si è dimesso, l’annuncio stasera

Quali sono gli effetti della crisi del Governo Draghi?