Limone Piemonte, il sindaco: “Voglio contattare Beppe Grillo per chiedergli di rimuovere i rottami della sua macchina”.

Limone Piemonte, a distanza di quarant’anni circa torna alla ribalta l’incidente automobilistico che vide coinvolto Beppe Grillo, all’epoca dei fatti comico di successo.

L’incidente automobilistico di Beppe Grillo a Limone Piemonte

Nell’incidente in questione perse la vita una famiglia, incluso un bambino di nove anni. Il tribunale di Cuneo avrebbe condannato Beppe Grillo per omicidio plurimo colposo.

Beppe Grillo Movimento 5 Stelle
Beppe Grillo

Il sindaco: “Voglio contattare Beppe Grillo per chiedergli di rimuovere quei rottami”

A distanza di quasi quarant’anni dal drammatico incidente, i resti della macchina sono ancora nel luogo dell’incidente, a Limone Piemonte. E per le persone che frequentano la zona rappresenta una sorta di meta turistica. Che per il primo cittadino rappresenta una pericolosa attrazione.

Quello non è un trofeo, sono morte alcune persone eppure la gente si ferma e in quel punto della strada così stretto, c’è sempre il rischio che qualcuno possa farsi male“, afferma il sindaco come riportato da la Repubblica.

Voglio contattare Beppe Grillo per chiedergli di rimuovere quei rottami, credo che ormai sia anche suo interesse -Dopo quarant’anni non c’è ragione perché quell’auto resti lì, quindi cerchiamo di trovare una soluzione per rimuoverla“.

Il nodo è legato evidentemente ai costi di rimozione dei resti della macchina. Si tratterebbe di una operazione complessa e quindi costosa.

Beppe Grillo, ‘Rimuovete l’auto, pago io’

In poche ore è arrivata la risposta di Beppe Grillo, che ha assicurato al primo cittadino di essere intenzionato a farsi carico delle spese per la rimozione del rottame. La telefonata del fondatore del Movimento 5 stelle al sindaco di Limone Piemonte è stata riportata da la Stampa.

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
beppe grillo cronaca evidenza Limone Piemonte

ultimo aggiornamento: 21-07-2020


Coronavirus, l’Università di Oxford sul vaccino: “Forte risposta immunitaria”

Zanardi dimesso e trasferito in un centro specialistico di neuro-riabilitazione nel Lecchese