Il trionfo di Berlusconi che torna in Senato
Vai al contenuto

Direttore: Alessandro Plateroti

Il trionfo di Berlusconi che torna in Senato

Silvio Berlusconi

Il leader di Forza Italia è stato rieletto al Senato nel collegio di Monza.

Eletto nella città della sua squadra, Silvio Berlusconi torna in Senato. Nonostante una campagna elettorale all’insegna di promesse e barzellette, il Cavaliere segna un’altra vittoria. Sembrava ormai agli ultimi sgoccioli Forza Italia e invece resta all’8% e riesce anche a conquistare dei seggi importanti tanto da tenere testa all’alleanza di Calenda e Renzi che si erano prefigurati di sconfiggere il partito azzurro. Al Sud infatti i moderati liberali hanno scelto ancora Forza Italia mentre il Terzo Polo è stato preferito al centro nord.

A 86 anni, Berlusconi ha vinto nel collegio uninominale di Monza con il 50,31%. Quasi 10mila i voti collezionati dall’ex presidente del Consiglio. “Forza Italia è determinante per la vittoria del centrodestra e sarà determinante per il governo” ha dichairato Tajani. Non ha intenzione di arrendersi Berlusconi che torna in Senato “per fare il regista” come ha detto lui stesso commentando il suo ritorno in campo.

Come fare soldi con le criptovalute e guadagnare?

Silvio Berlusconi
Silvio Berlusconi

Il ruolo di Berlusconi nel nuovo governo

Cercherà di dare qualche ministero importante ai suoi come gli Esteri a Tajani in prima battuta e cercherà di sedere alla presidenza del Senato scalzando la forzista Casellati. Anche sua moglie Fascina ha vinto a Marsala all’uninominale per la Camera. Il nuovo traguardo di Berlusconi ora è avere una golden share sulla coalizione di centrodestra, un potere determinante soprattutto sulle relazioni internazionali.

Il Cav non punta sui numeri ma sui suoi punti di forza e sui rapporti con gli alleati. Per questo la sua campagna elettorale è stata improntata non sui comizi, che ne ha tenuti solo due, ma sul divertimento su TikTok e su video divertenti segnati dall’autoironia. Conquista una quarantina di collegi e non è un cattivo risultato considerando gli ultimi tracolli del partito. Si fa garante dell’europeismo e indirizza i suoi “figli” politici, soprattutto Meloni sulla rotta giusta.

Riproduzione riservata © 2024 - NM

ultimo aggiornamento: 26 Settembre 2022 11:10

Astensione record: affluenza più bassa della storia della Repubblica

nl pixel