Svolta storica dalla Corte costituzionale: in Italia, i figli non riceveranno più il cognome del padre automaticamente.

Dare ai figli il cognome del padre, in Italia, non sarà più un atto automatico. A stabilirlo è una sentenza odierna della Corte costituzionale, che ha esaminato le questioni di legittimità costituzionale in merito alle norme che regolano l’attribuzione del cognome paterno ai figli. Nel dettaglio, nella giornata di oggi, la Camera di Consiglio si è pronunciata sulla norma che non permette ai genitori, di comune accordo, di dare al figlio il solo cognome della madre e in merito a quella che, in mancanza di accordo, impone l’attribuzione del solo cognome del padre, piuttosto di quello di entrambi i genitori. In attesa della sentenza, l’Ufficio stampa e comunicazione della Corte costituzionale rende noto che le norme censurate sono state definite illegittime.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

La nuova regola

“Il figlio assume il cognome di entrambi i genitori nell’ordine dai medesimi concordato, salvo che essi decidano, di comune accordo, di attribuire soltanto il cognome di uno dei due”. Questa la nuova “regola” stabilita dalla Corte costituzionale. Si ritiene infatti lesiva e discriminatoria dell’identità del figlio, la vecchia regola che attribuisce automaticamente al figlio il cognome del padre. Considerato il principio di eguaglianza e nell’interesse del figlio, tutti e due i genitori devono poter condividere la scelta sul cognome del figlio, che costituisce un elemento fondamentale dell’identità della persona.

bambina famiglia salvadanaio soldi
Famiglia

Da ciò, la nuova regola diventa la seguente: il figlio assumerà il cognome di entrambi i genitori, nell’ordine concordato dagli stessi, salvo che essi decidano di attribuire solamente il cognome di uno dei due. Qualora non si trovasse un accordo sull’ordine di attribuzione del cognome, resta salvo l’intervento del giudice. La Corte ha, pertanto, dichiarato l’illegittimità costituzionale delle norme che prevedono l’attribuzione automatica del cognome paterno, per i figli nati nel matrimonio, fuori dal matrimonio e per i figli adottivi.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 27-04-2022


Che succede se la Russia taglia il gas all’Italia?

Proteste in Turchia per l’ergastolo dell’attivista oppositore di Erdogan