Città della Pieve, incendio nella casa di Mario Draghi

Incendio nella casa di Mario Draghi in Umbria, non ci sono feriti

Città della Pieve, incendio nella casa di Mario Draghi. Non si registrano feriti, accertamenti in corso.

Incendio divampato nella casa di Mario Draghi a Città della Pieve, in Umbria. Il rogo si è originato nella casa dell’ex numero uno della Bce. Stando alle notizie raccolte non si registrano feriti.

Tanta paura ma nessuna conseguenza per Draghi e per sua moglie che, stando a quanto riferito da il Corriere della Sera, si trovavano nell’abitazione quando sono divampate le fiamme.

Tempestivo l’intervento dei Vigili del Fuoco che in poco tempo hanno circoscritto e domato le fiamme.

Mario Draghi
Fonte foto: https://twitter.com/ecb

Città della Pieve, incendio nella casa di Mario Draghi

Il rogo è divampato intorno alle 23.00 del 7 aprile. Le fiamme hanno avvolto la casa dell’ex presidente della Banca Centrale Europea Mario Draghi.

Stando alle prime ricostruzioni, l’incendio si sarebbe originato nella canna fumaria e avrebbe interessato anche il tetto dell’abitazione.

Secondo le notizie riportate da il Corriere della Sera, Mario Dragi e la moglie erano presenti nell’abitazione ma non sono rimasti feriti. Tanta paura ma fortunatamente nessuna conseguenza.

Vigili del Fuoco
Fonte foto: https://www.facebook.com/vigilidelfuocolafanpage

L’intervento dei Vigili del Fuoco: rogo domato in poco tempo. Non si registrano feriti

L’incendio è stato domato in poco tempo dai Vigili del Fuoco intervenuti sul posto. Restano da chiarire le cause dell’incendio. Fortunatamente non si registrano feriti. Nelle prossime ore sarà invece fatta una stima dei danni alla casa dell’ex numero uno della Banca Centrale Europea, che con sua moglie aveva scelto la casa di Città della Pieve per trascorrere queste settimane di lockdown.

ultimo aggiornamento: 08-04-2020

X