A Sabbioneta un uomo ha dato fuoco volontariamente alla casa con il figlio di 11 anni dentro. Il piccolo è deceduto in ospedale per arresto cardiaco.

SABBIONETA (MANTOVA) – Un gesto folle del padre è costato la vita ad un bambino di 11 anni. A Sabbioneta, paesino in provincia di Mantova, l’uomo per vendicarsi della decisione del giudice di allontanarlo dalla moglie e dai figli per maltrattamenti ha dato fuoco all’abitazione con dentro il ragazzino.

Immediata la chiamata ai vigili del fuoco che sono riusciti ad estrarre il piccolo vivo ma in gravissime condizioni. Il personale del 118 lo ha trasportato d’urgenza in ospedale in arresto cardiaco. Poco dopo l’arrivo in nosocomio il bambino è deceduto. L’uomo è stato arrestato dagli inquirenti e nelle prossime ore sarà ascoltato per spiegare i motivi di questo gesto.

Vigili del fuoco
Fonte Foto: https://www.facebook.com/pg/vigilidelfuocolafanpage

Sabbioneta (Mantova), uomo dà fuoco alla casa con il figlio dentro

Il presunto assassino quattro giorni fa aveva ricevuto dal giudice l’ordine di non avvicinarsi alla casa dove vivevano la moglie e i figli per episodi di maltrattamento. L’uomo ha approfittato dell’assenza della madre e dei fratellini per dare fuoco all’abitazione con dentro il bambino di 11 anni.

Subito dopo è salito in macchina ed è scappando, speronando la vettura della ex moglie che stava tornando a casa dopo aver accompagnato gli altri figli a svolgere le rispettive attività quotidiane. Sulla vicenda indagano i carabinieri che devono capire se si è trattato di un atto doloso – ipotesi più probabile – oppure di un incidente. L’uomo comunque è stato fermato dai militari e nelle prossime ore sarà ascoltato dal magistrato che dovrà convalidare l’arresto.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/vigilidelfuocolafanpage/


Molestie sessuali su ventisei bambine, otto anni a un maestro della materna

Sanità, è sciopero dei medici: a rischio diversi interventi