Weekend di terrore e sangue ad Irsina. Un’auto finisce in un dirupo. Morto il 18enne Pierangelo. L’amica 17enne, è in gravi condizioni.

Terrore e profondo cordoglio. Sono questi, i due stati d’animo che si respirano oggi, nell’ambito della comunità di Irsina, in Basilicata. Lungo la lista degli incidenti stradali, avvenuti nella giornata di ieri, compare, infatti, anche quello di Irsina, che ha visto coinvolti cinque giovanissimi, di età compresa tra i 15 e i 18 anni.

Il gruppo stava andando ad una festa. L’auto è finita in un dirupo, dopo un brusco sbandamento. In corso, le analisi per determinare cause e dinamiche dell’accaduto. La tragedia ha preso piede ieri, intorno alle 9.30, di quella che sembrava essere una tranquilla domenica mattina. A trovare la morte nell’impatto, è stato il neo 18enne Pierangelo Gentile. Il ragazzo stava guidando la sua Punto. A bordo, altri due giovani 17enni e due ragazzine di 15 e 17 anni. Una delle ragazze versa in gravi condizioni cliniche.

Sul posto, sono subito intervenuti i Vigili del Fuoco, i Carabinieri e i Soccorsi Sanitari. Secondo le prime analisi, pare che l’auto si trovasse sul tratto autostradale, in corrispondenza della 96 bis, in direzione di Potenza. La vettura avrebbe sbandato, colpendo il guardrail e precipitando giù, poco dopo.

Ambulanza
Ambulanza

I vigili si sono precipitati in soccorso dei ragazzi, dopo aver ricevuto l’allarme, da parte di alcuni automobilisti, terrorizzati a quella vista.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Il trasferimento in ospedale

Una delle ragazze, è stata trasportata in codice giallo, presso l’Ospedale San Carlo, di Potenza. Le sue condizioni sembrano molto gravi. Versa in condizioni critiche, anche un altro 17enne del gruppo, trasportato in ambulanza presso l’Ospedale Madonna delle Grazie, di Matera.

Pierangelo, purtroppo, è morto sul colpo.

Un’amica del giovane, facente parte dell’Associazione Musicale Irsinese Cesano Altieri, scrive queste parole su Facebook: “Quando si ascoltano notizie come quella di oggi, si resta sempre attoniti e senza parole, ma quando ad essere coinvolto è uno di noi, ti avvolge un fortissimo senso di vuoto. Pierangelo, sei entrato sin da subito a far parte della nostra famiglia, ci hai regalato la tua musica, tanti meravigliosi sorrisi e i tuoi dolcissimi occhi. Da oggi, quella sedia resterà vuota solo apparentemente, perché siamo certi che tu continuerai a suonare con noi e noi da oggi suoneremo anche per te”.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 06-06-2022


Sarzana, caccia al killer della donna trovata nel torrente

Brian, 4 anni, morto annegato in spiaggia