Incidente sul lavoro in provincia di Brescia: un operaio è morto in una fonderia. Indagini in corso.

TORBOLE CASAGLIA (BRESCIA) – Ancora una morte bianca in Italia. L’ennesimo incidente sul lavoro è stato registrato a Torbole Casaglia, in provincia di Brescia. Secondo le prime informazioni riportate da La Repubblica, l’operaio di 55 anni era al lavoro in una fonderia quando, per motivi ancora da accertare, è precipitato in una botola per una decina di metri e per lui non c’è stato niente da fare.

Sul posto i carabinieri per ricostruire meglio l’accaduto. Da capire il motivo per il quale la botola si è aperta mentre l’uomo stava pulendo il condotto.

Inutili i soccorsi

L’allarme è stato lanciato da alcuni colleghi intorno alle 13:30 di lunedì 31 maggio. Il personale medico, però, non ha potuto fare altro che constatare il decesso, molto probabilmente avvenuto sul colpo.

La Procura ha aperto un’indagine per ricostruire meglio l’accaduto e capire se si è trattato di un incidente oppure individuare una eventuale responsabilità per questo incidente. Da capire il perché la botola si è aperta improvvisamente mentre l’operaio stava pulendo un condotto. Una situazione non prevista che ha fatto precipitare il 55enne per una decina di metri e la morte sarebbe avvenuta sul colpo.

Ambulanza
Ambulanza

Incidente sul lavoro nel Potentino, morto un operaio

E’ morto l’operaio di 46 anni coinvolto in un incidente sul lavoro nella giornata del 31 maggio a Chiaromonte, in provincia di Potenza. Le condizioni dopo la caduta in un cantiere sono sembrate subito molto gravi e i medici non hanno potuto fare altro che constatare il decesso nella giornata di venerdì 4 giugno.

Incidenti sul lavoro, il bilancio si aggrava

Superata (almeno per il momento) la parte più critica della pandemia, il Governo Draghi si trova davanti a due emergenze che sono ugualmente gravi. La violenza sulle donne e la sicurezza sul lavoro devono essere due temi da affrontare in poco tempo per evitare tragedie come quelle registrate nelle ultime settimane.

Per quanto riguarda le morti bianche, i sindacati insistono per una legge con pene severe nei confronti degli imprenditori che non rispettano i protocolli di sicurezza. Il confronto è in corso e le ultime tragedie potrebbero accelerare la discussione.


Bufera sulla Nazionale Cantanti, Pecchini querela Aurora Leone

Corruzione, pena ridotta a 2 anni per Raffaele Marra