Incontro tra Giuseppe Conte e i deputati M5s. L’ex premier: “Dobbiamo strutturarci bene a partire dai territori”.

ROMA – Incontro virtuale tra Giuseppe Conte e i deputati M5s. Dopo aver visto i senatori, l’ex premier ha avuto un primo vertice con i rappresentati del MoVimento a Montecitorio per ribadire il suo programma e illustrare il futuro dei grillini.

Discussioni che continueranno anche in futuro. L’ex presidente del Consiglio, infatti, si è detto disponibile ad affrontare il voto su Rousseau. Un’apertura che potrebbe evitare la separazione (richiesta da alcuni esponenti) tra il movimento e l’associazione.

Conte: “Dobbiamo strutturarci”

Secondo quanto riportato da La Repubblica, l’ex premier avrebbe ricordato “non dobbiamo abbandonare le cinque stelle originarie, ma abbiamo il dovere di guardare avanti. Le classificazioni non ci interessano, abbiamo il dovere di strutturarci bene a partire dai territori. Bisogna aggiornarsi sia a livello nazionale che internazionale […]“.

In questo incontro Giuseppe Conte ha dato un indirizzo mail per ricevere le proposte sulle linee guida del futuro M5s. Nei prossimi giorni ci saranno nuovi incontri per fare il punto della situazione e capire come muoversi. Si tratta di un progetto condiviso e destinato a prendere forma già nelle prossime settimane con un obiettivo: le amministrative.

Giuseppe Conte
Giuseppe Conte

Le reazioni

Sono state diverse le reazioni. Tra gli interventi anche quello del deputato Angelo Tofalo: “Bene l’intervento di Grillo sull’abolizione del vincolo dei due mandati. Il Centro di formazione potrà essere anche il luogo dove, chi ha concluso i 2 mandati, avrà modo di trasferire le proprie esperienze ai nuovi“.

E l’ex ministro Spadafora, uno dei più critici sull’approdo di Conte nel MoVimento come leader, avrebbe detto: “Noi ci fidiamo di te, ma tu fidati di noi“. La discussione è aperta e l’ex premier Conte è pronto a prendere in mano i 5Stelle per rilanciarli dopo un periodo non facile.


Braccio di ferro Ue-AstraZeneca: “La società non ha rispettato i patti”

Orlando: “Dobbiamo accelerare sui ristori alle imprese”