Il portavoce del Coordinamento 15 ottobre Puzzer ha incontrato il ministro Stefano Patuanelli: prosegue la protesta pacifica a Trieste.

Il 23 ottobre il ministro delle Politiche agricole Stefano Patuanelli ha incontrato il leader e portavoce del Coordinamento 15 ottobre, l’organizzazione che sta portando avanti la protesta contro il Green Pass sul posto di lavoro. Si tratta della protesta nata dai portuali di Trieste e che nel corso dei giorni si è ampliata. Dopo lo sgombero del porto, i manifestanti si sono trasferiti in piazza Unità.

Super Green Pass, tutte le regole per viaggiare a Natale

No Green Pass a lavoro, incontro tra Puzzer e Patuanelli

Puzzer ha avanzato due richieste nel corso dell’incontro: la revoca dell’obbligo del green pass a lavoro e dell’obbligo vaccinale per le categorie previste. Si tratta di due richieste che, realisticamente parlando, il governo non accoglierà. Non è in programma un passo indietro sul Green Pass e sicuramente il governo non è intenzionato ad allentare la presa sui vaccini. Anzi, è probabile che dall’inizio del 2022 sarà ampliata la platea delle persone che riceveranno la terza dose di vaccino.

Stefano Patuanelli
Stefano Patuanelli

Patuanelli: “Mantenere la manifestazione lontana da ogni tipo di violenza”

Un incontro cordiale, in cui Puzzer, in qualità di portavoce del Coordinamento 15 ottobre, ha avanzato tre richieste specifiche. Come rappresentante del Governo ho preso l’impegno di riferire dell’incontro in Consiglio dei Ministri […]. Abbiamo tutti convenuto sull’importanza di mantenere ogni tipo di manifestazione distante da ogni tipo di violenza“, ha dichiarato Patuanelli ai microfoni dell’Ansa.

La protesta pacifica prosegue

Al termine dell’incontro, dal Coordinamento 15 ottobre hanno fatto sapere che la protesta pacifica prosegue in tutte le piazze e proseguirà fino a quando non saranno accolte le richieste presentate anche al ministro Patuanelli.

Riproduzione riservata © 2021 - NM

coronavirus

ultimo aggiornamento: 23-10-2021


Non solo la casa: gli altri bonus confermati con la Manovra

Open Arms, inizia il processo contro Matteo Salvini. “Spero non si trasformi in un festival del cinema”. Richard Gere testimonierà