Yonghong Li a Milano per un vertice ‘segreto’ con Marco Fassone. Sul tavolo il rifinanziamento del debito con il Fondo Elliott e il caso Uefa.

Lontano dalla luce dei riflettori, me il presidente del Milan Yonghong Li si muove. Il numero uno del Milan, bersagliato dal Fondo Elliott e dall’Uefa, ha deciso di muoversi in prima persona ed è arrivato in Italia dove ha avuto un colloquio con Marco Fassone e il resto dell’entourage anti-Uefa, questione che si intreccia inevitabilmente con il rifinanziamento contratto con la società di Paul Singer.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Milan, vertice tra Yonghong Li e Marco Fassone

Un blitz rapido e silenzioso quello di Yonghong Li  che non si esibisce in dirette Facebook sulla pagina del club ma va dritto al sodo perché ha capito che ad oggi un confronto diretto con i tifosi rossoneri potrebbe non essere proprio costruttivo. Nonostante sarebbe dovuto, sia chiaro.

Nel vertice con Marco Fassone il numero uno del Milan avrebbe messo sul piatto importanti sviluppi per quanto riguarda il finanziamento del debito con Elliott nella speranza di riuscire a convincere l’Uefa a non ricorrere alle massime sanzioni.

Mercato Milan Montella Rifinanziamento Milan
HAN LI YONGHONG LI FASSONE

Milan, la strategia di Yonghong Li

Scopo di Li sarebbe dunque quello di accelerare le operazioni con il fondo americano ripagandolo grazie all’aiuto di un nuovo socio di minoranza o forse di un altro creditore. Sui dettagli dell’incontro e sulla strategia di Yonghong Li ovviamente possiamo fare solo delle supposizioni.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

milan

ultimo aggiornamento: 03-06-2018


Mercato Milan, idea Ruben Dias per la difesa: il Benfica fissa il prezzo

Milan, tre idee dalla Germania