Il ministro degli Esteri della Turchia ha detto di essere disposto ad ospitare un vertice tra i due leader per porre fine alla guerra in Ucraina.

Il leader della Russia, Vladimir Putin, potrebbe avere un faccia a faccia con il presidente dell’Ucraina, Volodymyr Zelensky. Questo è quanto fatto sapere dal ministro degli Esteri della Turchia, Mevlut Cavusoglu. Il quotidiano Sabah ha riportato questa notizia. Cavusoglu avrebbe parlato in una conferenza stampa con il suo omologo ucraino Dmytro Kuleba nel mezzo di una visita a Lyiv (Leopoli), in Ucraina. Nella giornata odierna, c’è stata una importante telefonata tra il leader della Russia, Vladimir Putin, ed il presidente della Turchia, Recep Tayyip Erdogan.

“Siamo disposti a ospitare un incontro di questo tipo”, ha detto Cavusoglu nel mezzo della conferenza stampa, che è stata trasmessa dalla televisione di Stato Trt. Cavusoglu ha ribadito una posizione espressa precedentemente dal leader turco Recep Tayyip Erdogan. Tale posizione era già stata resa pubblica precedentemente rispetto all’invasione russa avvenuta il 24 febbraio. Erdogan aveva già invitato, in più occasioni, i presidenti Zelensky e Putin ad avere un incontro in Turchia. 

Bandiera della Russia e dell’Ucraina

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Le parole di Cavusoglu

I due leader si potrebbero incontrare e Zelensky, in più occasioni, ha espresso la sua disponibilità a questo proposito”. Queste le parole distensive del ministro degli Esteri turco, Cavusoglu. “È difficile fare una stima di quando questo incontro potrebbe avvenire, i due leader dovrebbero prepararsi e dovrebbero loro stessi fare sapere una data, ha affermato Cavusoglu.  

Tutti si augurano una risoluzione rapida del conflitto che potrebbe, qualora qualcuno facesse un passo falso, trasformarsi nella terza guerra mondiale. Il clima politico attuale è estremamente teso, con la Nato che impone sanzioni sempre più stringenti ai russi e il presidente Putin che continua ad attaccare l’Ucraina. Una situazione spinosa, complicata: una matassa difficile da sbrigliare. Intanto, a soffrire sono i civili ucraini, costretti a fuggire dolorosamente dalla loro patria.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 17-03-2022


Salvini: “Tornerò in Polonia senza dirlo ai giornalisti”

Peskov: “La telefonata tra Scholz e Putin è stata difficile”