Indagine dell’intelligence americana sui segreti di Wuhan. Nel mirino degli investigatori ci sono 22mila documenti.

ROMA – E’ stata aperta un’indagine da parte dell’intelligence americana sui segreti di Wuhan. Secondo quanto riferito da TgCom24 che cita la Cnn, gli investigatori statunitensi hanno iniziato degli approfondimenti su 22mila campioni di virus che venivano studiati nella città dove è scoppiata la pandemia.

Si tratta di un’inchiesta nata per fare chiarezza sulla nascita del Covid e chiarire definitivamente se è nato in un laboratorio oppure in natura. Approfondimenti che potrebbero presto portare a dei risultati definitivi e non si esclude un nuovo scontro con la Cina.

Risultati entro 90 giorni

Il grande lavoro in corso non è certo che possa portare a dei risultati definitivi. Ma si tratta di un passaggio fondamentale per provare a chiarire la reale nascita del virus ed eventualmente intervenire contro la Cina in caso di una nascita in laboratorio.

Il presidente Biden, che lo scorso maggio ha dato all’intelligence 90 giorni per elaborare un primo rapporto, punta molto su questa inchiesta. Un rapporto che potrebbe portare ad una ricostruzione di quanto successo in Asia anche se non si dovrebbe arrivare ad una conclusione definitiva.

Green Pass obbligatorio, le regole dal 15 ottobre

Laboratorio Coronavirus
Laboratorio Coronavirus

La replica della Cina

Non si è fatta attendere la replica della Cina. Il Global Times, che rappresenta ufficiosamente la posizione del governo cinese, ha parlato di “un tentativo di bugie da parte degli Stati Uniti sul laboratorio di Wuhan“. Nell’editoriale è precisato che gli “Usa stanno aggirando ostacoli sostanziali, mancanza di evidenza e la stessa difficoltà nel rintracciare l’origine, tramite la mistica dei servizi segreti […]. Le agenzie di intelligence americane sono tutt’altro che onnipotenti nel raccogliere le informazioni. Le speranze di Washington di infliggere un duro colpo alla Cina usando bugie non riuscirà mai“.

Una posizione che sembra confermare l’alta tensione tra Cina e Stati Uniti e questa indagine rischia di provocare un ulteriore strappo tra gli Stati.

TAG:
coronavirus

ultimo aggiornamento: 07-08-2021


Coronavirus, il 90 per cento delle persone in rianimazione non è vaccinato

Danza in lutto, è morto Micha van Hoecke