La Procura di Milano ha disposto il sequestro di 20 milioni di euro per il colosso Dhl. Azienda e dirigenti indagati per evasioni di Iva.

MILANO – La Procura di Milano ha disposto il sequestro di 20 milioni di euro per il colosso Dhl. Secondo quanto riferito dal Corriere della Sera, il blitz è partito perché “i contratti di somministrazione illecita di manodopera fatti passare come contratti di appalto, tariffe imposte dal committente e non in grado di remunerare la manodopera, omesso versamento di Iva e contributi come condizione necessaria sostanzialmente imposta dal committente“.

Nessun recupero per l’erario – ha precisato la Guardia di Finanza – essendo le cooperative nullatenenti; nessuna tutela per i lavoratori, costretti a passare da una cooperativa all’altra, pena la perdita del posto di lavoro; mancata neutralizzazione dei vantaggi economici ottenuti dal committente, reale beneficiario della frode“.

Azienda e dirigenti accusati di evasione di Iva

L’azienda e i dirigenti sono accusati di evasione di Iva. Secondo quanto ricostruito dalla Guardia di Finanza, il colosso avrebbe attraverso “fatture per operazioni giuridicamente inesistenti simulato contratti di appalto invece di contratti di somministrazione di manodopera nelle dichiarazioni 2017-2020“.

Il tenore di una serie di comunicazioni via email evidenzia come, di fatto, il personale dipendente venisse spostato da un Consorzio all’altro con estrema flessibilità, sulla base delle mere esigenze dell’appaltatore, formale datore di lavoro delle maestranze impiegate in questi appalti“.

Guardia di Finanza
Guardia di Finanza

Indagini in corso

Le indagini sono in corso e al vaglio degli inquirenti la posizione dell’azienda e dei suoi dirigenti. Da parte degli inquirenti il massimo riserbo trattandosi di una indagine molto delicata visto anche il coinvolgimento di un colosso europeo.

Nei prossimi giorni potrebbero essere effettuate ulteriori perquisizioni e non si escludono importanti novità nel giro di poco tempo. Un’inchiesta destinata a riservare diverse novità in poco tempo e per questo non sono escluse novità a breve.


Via libera alle feste private: le regole

“Rischi per la vita, sospendere la somministrazione di AstraZeneca ai giovani”: la lettera al governo