Indagine sul Milan: verità e sospetti nella vendita a RedBird
Vai al contenuto

Direttore: Alessandro Plateroti

Indagine sul Milan: verità e sospetti nella vendita a RedBird

Furlani Milan

Un’analisi approfondita sulla vendita del Milan, tra prezzi, fondi e controllo societario sotto indagine della Procura di Milano.

Come riferito da Sport Mediaset, nel cuore finanziario e calcistico di Milano, una vicenda si sta intensificando, attirando l’attenzione non solo degli appassionati di calcio ma anche degli esperti del settore legale e finanziario. Al centro dell’inchiesta della Procura di Milano si trova la vendita del club di calcio AC Milan, passato dal fondo Elliott al fondo RedBird nel 2022. La cifra ufficiale di circa 1,2 miliardi di euro ha sollevato più di un sopracciglio, considerata da molti come eccessivamente elevata.

Bonus 2024: tutte le agevolazioni

Furlani Milan
Furlani Milan

Analisi della valutazione di vendita

Il punto focale dell’indagine si concentra sulla congruità del prezzo di vendita. Gli inquirenti si interrogano sulla reale appropriateness della valutazione data al club, nell’ottica di comprendere se dietro ci sia stata una possibile simulazione nella transazione. Come scritto da Sport Mediaset.

Un altro aspetto critico riguarda le significative discrepanze tra le informazioni comunicate da RedBird alla Securities and Exchange Commission (SEC) statunitense e quelle fornite al consiglio di amministrazione del Milan. Particolare attenzione viene data alla provenienza dei fondi impiegati per l’acquisto delle azioni, con particolare riferimento a discrepanze nella comunicazione relativa ai fondi utilizzati. Come scritto da Sport Mediaset.

I sospetti della procura

Le indagini della Guardia di Finanza e dei pm, basate su documenti sequestrati, mirano a chiarire i dettagli di questa complessa operazione. Un elemento chiave è il sospetto che il fondo Elliott possa ancora esercitare un controllo indiretto sul Milan, nonostante la vendita ufficiale a RedBird. Come riferito da Sport Mediaset

Il contratto di vendita, analizzato nei dettagli dagli atti dei pm, rivela che RedBird avrebbe utilizzato un mix di pagamento diretto e di “vendor loan agreement”, un prestito concesso dal venditore Elliott, sollevando dubbi su una vera cessione del controllo della società.Come scritto da Sport Mediaset.

Mentre la situazione si evolve, resta da vedere come questa intricata vicenda influenzerà la gestione e l’immagine del Milan, un club con una storia gloriosa nel panorama calcistico mondiale. La società Rossoneri, veicolo attraverso il quale è avvenuta la vendita, aveva cercato di trasmettere trasparenza nel processo, ma le recenti rivelazioni hanno solo aggiunto ulteriori domande.

La Procura di Milano, con gli inquirenti Giovanni Polizzi e Giovanna Cavalleri in prima linea, continua a scavare nella questione, determinata a fare luce su una delle più significative operazioni di vendita nel calcio italiano degli ultimi anni. Restano in attesa ulteriori sviluppi, con la comunità calcistica e finanziaria che osserva attentamente.

Riproduzione riservata © 2024 - NM

ultimo aggiornamento: 13 Marzo 2024 19:01

Il fondo PIF pronto a investire nel Milan: un’analisi dettagliata

nl pixel