Inchiesta Milan, shock: discrepanze nei fondi, dubbi e indagini
Vai al contenuto

Direttore: Alessandro Plateroti

Inchiesta Milan, shock: discrepanze nei fondi, dubbi e indagini

Gerry Cardinale

Approfondimento sull’inchiesta che coinvolge il fondo RedBird e l’acquisto del Milan: discrepanze finanziarie e indagini in corso.

La vicenda che riguarda l’acquisizione del Milan da parte del fondo RedBird, guidato da Gerry Cardinale, ha sollevato numerosi interrogativi tra gli inquirenti della Procura di Milano. Al centro dell’inchiesta, emergono “rilevanti discrepanze” tra le informazioni fornite alla SEC. L’organo di vigilanza sui mercati statunitensi, e quelle comunicate al consiglio di amministrazione del club riguardo l’origine dei fondi impiegati per l’acquisto del Milan. Come scritto da Sport Mediaset.

Bonus 2024: tutte le agevolazioni

Gerry Cardinale
Gerry Cardinale

La comunicazione al CDA del Milan

In particolare, si evidenzia come, in un momento precedente al closing dell’operazione avvenuto nell’agosto del 2022, al CDA del Milan fosse stato indicato che una parte significativa dei finanziamenti. Pari a 400 milioni di euro, provenisse dal fondo “Rb Fund Iv Fc Aiv Cv”, un ente che, però, non risulta tra i gestiti da RedBird secondo quanto depositato alla SEC. Questo aspetto ha alimentato i sospetti degli investigatori sulla reale provenienza dei fondi utilizzati per l’acquisto del club. Ipotizzando che la maggior parte del capitale potrebbe derivare da un veicolo societario non direttamente riconducibile a RedBird. Come scritto da Sport Mediaset.

Le operazioni finanziarie dietro l’acquisto

L’acquisto del Milan da parte di RedBird è stato articolato mediante un complesso schema finanziario che prevedeva un versamento iniziale di 600 milioni di euro su un conto corrente lussemburghese di Rossoneri, legato a Elliott, e il saldo di 560 milioni tramite un “vendor loan agreement”, un prestito concesso dal venditore Elliott. Tale modalità suggerisce, secondo gli inquirenti, un meccanismo attraverso il quale Elliott avrebbe mantenuto una forma di controllo sulla società. Come scritto da Sport Mediaset.

Nonostante la vendita, i legami tra il Milan e il fondo Elliott sembrano persistere, come dimostrano le cariche immutate dei membri del board in quota Elliott. Gli inquirenti sono ora chiamati a fare luce su questi intricati rapporti finanziari e societari. Con l’obiettivo di verificare la trasparenza e la legittimità dell’intera operazione. Come scritto da Sport Mediaset.

Questo scenario complesso mette in luce le sfide che le autorità giudiziarie devono affrontare nel garantire trasparenza e correttezza nelle grandi operazioni di acquisizione sportiva. Mentre l’inchiesta procede, la comunità del calcio e i tifosi del Milan attendono risposte chiare sulla gestione e il futuro del loro amato club.

Riproduzione riservata © 2024 - NM

ultimo aggiornamento: 13 Marzo 2024 19:15

Indagine sul Milan: verità e sospetti nella vendita a RedBird

nl pixel