Sono almeno 182 le persone rimaste vittime durante i violenti scontri avvenuti ieri dopo una partita di calcio a Malang, in Giava Orientale, Indonesia.

La tragedia sarebbe esplosa al termine della partita, nel momento in cui migliaia di tifosi dell’Arema Fc sono entrati sul campo di gioco dello stadio Kanjuruhan, scatenando il panico. Il bilancio delle vittime rimaste coinvolte negli scontri risulta ancora provvisorio, così come quello dei feriti, che superano le 200 unità.

I tifosi della squadra erano infervorati per la confitta del 3-2, subita contro i rivali del Persebaya Surabaya, squadra con cui non perdevano da più di vent’anni. A seguito dell’invasione di campo sono intervenuti gli agenti di polizia, che comunque non sono riusciti nell’impresa di sedare la folla. Dopo il lancio dei gas lacrimogeni si è scatenato il caos, seguito dal panico e dal fuggi-fuggi generale.

Polizia
Polizia

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Le immagini dello stadio

Le immagini scattate all’interno dello stadio palesano momenti di panico, la polizia che lancia molti gas lacrimogeni e i tifosi che cercano di scavalcare le recinzioni per mettersi in salvo: stando ai media locali, tra le vittime ci sarebbe anche un bambino di cinque anni.

Lo stadio ha una capienza di 42 mila spettatori. Le autorità hanno dettagliato che questo era completamente sold-out. Solo in 3.000 però, ha detto la polizia, hanno fatto invasione di campo. Molte auto, compreso un camion della polizia, sono state incendiate all’esterno dell’impianto sportivo.

ll governo indonesiano ha chiesto scusa per l’incidente, mentre il presidente Joko Widodo ha ordinato un’inchiesta sulla sicurezza durante le partite di calcio. Il ministro dello Sport, la polizia e il capo della Federcalcio indonesiana dovranno condurre “una valutazione completa dei match di calcio e le procedure di sicurezza”.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 02-10-2022


Rapper russo si toglie la vita: non voleva farsi arruolare 

Muore a 21 anni in un incidente in scooter: chi era Leonardo Busi