Un caso di influenza aviaria è stato individuato a Roma. Il governatore Zingaretti ha subito firmato un’ordinanza.

ROMA – E’ allarme a Ostia Antica, a Roma, per un caso di influenza aviaria. Il contagio, come scritto da Roma Today, è stato individuato in un allenamento avicolo non commerciale dopo la sospetta morte di diversi volatili. Immediata la chiusura della struttura e una ordinanza firmata dal governatore Zingaretti per evitare la diffusione del virus.

Misure che dureranno in vigore almeno per 21 giorni dopo la fine della disinfestazione del focolaio e i controlli continueranno nei prossimi giorni per provare a verificare una eventuale presenza di altri casi.

Terza dose Vaccino, a chi spetta prima e quanto dura.

Allarme influenza aviaria a Roma, le misure decise dalla Regione

La conferma del caso, come detto, ha portato Zingaretti a mettere in campo delle misure restrittive nella zona che ha visto l’esplosione del focolaio. La Regione con un provvedimento ha istituito una zona di protezione con un raggio di 3 km e una di sorveglianza a distanza di 10 km

Nei prossimi giorni saranno verificati anche tutti gli allevamenti nei dintorni per verificare l’eventuale presenza di altri casi simili. Stabilite anche delle regole molto rigide per chi entra ed esce dagli allegamenti e soprattutto si devono distruggere le carcasse dei volatili morti. Si tratta di misure, come detto, che hanno come obiettivo quello di interrompere il prima possibile il focolaio.

Laboratorio vaccino Coronavirus
Laboratorio

Situazione sotto controllo

Le misure, come detto, sono soprattutto precauzionali. L’obiettivo è quello di evitare un aumento dei casi e da qui la decisione di mettere in campo delle restrizioni per la zona colpita.

Nei prossimi giorni inizieranno tutti gli accertamenti del caso e la disinfestazione della struttura che ha manifestato questo primo contagio. Le misure messe in campo dalla Regione, come detto, saranno valide per 21 giorni dopo la fine delle operazioni all’interno dell’allevamento.

Riproduzione riservata © 2021 - NM

ultimo aggiornamento: 09-11-2021


La Cassazione: pausa caffè a rischio e pericolo del lavoratore, niente malattia o invalidità

Stop alle cure gratis per chi non si vaccina per scelta: la stretta di Singapore