Il teatro della vicenda è Melito: un insegnante è morto ucciso a coltellate. Rinvenuto il suo corpo nel cortile della scuola dove lavorava.

Il corpo privo di vita di un insegnate è stato ritrovato all’interno del cortile della scuola in cui lavorava. Il fatto è accaduto a Melito, in provincia di Napoli. Il killer ha accoltellato l’uomo fino a togliergli la vita. Il rinvenimento è avvenuto in seguito all’allarme lanciato dai familiari dell’uomo per il mancato rientro a casa.

La vicenda risale alla giornata di ieri, martedì 27 settembre, verso le 22:30 di sera. I carabinieri hanno trovato il corpo privo di vita di Marcello Toscano, un uomo di 64 anni, insegnante di sostegno nella scuola media Marino Guarano.

Polizia locale

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Le ricerche

Le ricerche della vittima sono scattate alle 20:00 di ieri, quando i familiari hanno allertato le forze dell’ordine non vedendo rincasare Marcello Toscano. I familiari avrebbero anche cercato di contattarlo telefonicamente, ma con scarsi risultati.

Secondo quanto appreso fino ad ora, da un primo esame del cadavere, pare che la morte sia avvenuta a causa delle ferite da lama, riconducibili ad un coltello. Nel frattempo sono in corso le indagini da parte dei carabinieri, che hanno già provveduto ad acquisire le varie immagini delle telecamere di videosorveglianza poste nella scuola. In queste ore gli inquirenti stanno anche ascoltando parenti, amici e colleghi della vittima, nel tentativo di ricostruire le ultime ore di vita dell’insegnante.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

giallo

ultimo aggiornamento: 28-09-2022


Alluvione Marche, lutto cittadino per il piccolo Mattia

Siena, donna trovata morta: la casa era messa a soqquadro