Il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte sull’alleanza Pd-Movimento 5 Stelle, sul caso delle discoteche e sui soldi del Recovery fund.

Intervenuto ai microfoni de il Fatto Quotidiano, il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha parlato della trasformazione del Movimento 5 Stelle in seguito all’ultimo voto sulla piattaforma Rousseau e dello stato di salute del Governo oltre che ovviamente dell’emergenza coronavirus.

Alleanza tra Pd e MoVimento 5 Stelle, Conte: “Trovo ragionevole che le forze politiche che sostengono il governo provino a dialogare”

Nella prima parte della sua intervista Conte ha parlato della collaborazione e dell’alleanza Pd-M5s a livello regionale e locale.

“Trovo ragionevole che le forze politiche che sostengono il governo provino a dialogare anche a livello regionale. In Puglia e nelle Marche presentarsi divisi espone al rischio di sprecare una grande occasione. Una sinergia anche a livello territoriale può imprimere una forte spinta per realizzare le strategie del Green deal, dell’innovazione digitale, degli investimenti nelle infrastrutture, negli asili nido e nelle scuole.

E poi queste elezioni regionali coincidono con un appuntamento storico per l’Italia. Stiamo elaborando un Recovery Plan finanziato con ingenti fondi europei, che costituisce la più grande opportunità per le nuove generazioni dal secondo dopoguerra a oggi. Le Regioni saranno coinvolte in questi progetti e diventeranno anche dei centri di spesa. Ovviamente il governo non farà distinzioni di colore politico nei confronti dei governi regionali. Ma le forze di maggioranza dovrebbero avere tutto l’interesse a competere al meglio per essere protagoniste in questa partita anche a livello regionale”.

Giuseppe Conte
16/05/2020 Roma – conferenza stampa Presidente del Consiglio dei Ministri / foto Alessandro Serrano’/Pool/Insidefoto/Image nella foto: Giuseppe Conte

Il caso Raggi e Appendino

Se il Movimento 5 Stelle non sembra aver abbandonato le sue remore nei confronti di alcuni esponenti del Pd, i dem hanno scomunicato Raggi e la Appendino, che non dovrebbero incassare il sostegno del Pd.

“Le scomuniche sono frutto delle fratture del passato. Il dialogo va coltivato a tutto campo e deve coinvolgere anche le candidature dei sindaci, lavorando di volta in volta alla soluzione più competitiva e preferibile in una logica di alleanza e di interesse generale”, ha dichiarato Conte.

Conte, “Il governo non ha mai autorizzato la riapertura delle discoteche”

Spostando l’attenzione sul livello nazionale, Conte ha parlato del caso delle discoteche.

“Il governo non ha mai autorizzato l’apertura delle discoteche. Abbiamo sempre ritenuto impensabile che in una discoteca si possano mantenere distanze e indossare le mascherine. È chiaro che sono luoghi privilegiati di diffusione del contagio. Alcune Regioni, tuttavia, hanno voluto adottare protocolli sanitari ritenendoli compatibili con la riapertura delle discoteche. Abbiamo lasciato fare per alcuni giorni, ma quando abbiamo constatato che la curva epidemiologica rischiava di risalire siamo intervenuti e in Conferenza delle Regioni abbiamo, ancora una volta, dato tutti prova di grande collaborazione, convincendo anche i presidenti regionali più riluttanti a disporre la chiusura. Con l’occasione, abbiamo garantito un intervento di sostegno finanziario per tutti gli operatori del settore”.

Giuseppe Conte
Roma 20/06/2018 – Il Presidente del Consiglio dei Ministri incontra il Presidente del Consiglio Europeo / foto Samantha Zucchi/Insidefoto/Image nella foto: Giuseppe Conte

Recovery fund, il piano entro metà ottobre

La grande incognita è rappresentata dal Recovery fund e dal piano che il governo dovrà presentare all’Unione europea.

“Gli stati generali di consultazione nazionale a Villa Pamphilj ci hanno avvantaggiato. Abbiamo elaborato un “Piano di rilancio” offrendolo alla condivisione di 122 tra associazioni di categoria, parti sociali, organismi non profit, personalità varie. Ora stiamo lavorando per estrarre quei progetti che più direttamente rispondono alla logica dei finanziamenti europei, che contemplano investimenti e riforme strutturali per rendere più competitivo e resiliente il Paese. Dedicheremo molta attenzione alle infrastrutture materiali e immateriali e puntiamo a investire su scuola, università e ricerca. Ne approfitteremo anche per migliorare l’efficienza della Pubblica amministrazione e del sistema giustizia. Intendiamo consegnare il piano in Europa a metà ottobre”.

Scarica QUI il Decreto Agosto.

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
evidenza Giuseppe Conte politica primo piano Ultima Ora

ultimo aggiornamento: 19-08-2020


Tar conferma la chiusura delle discoteche: interesse primario è la salute

Regionali, la rivolta dei candidati M5s. Crimi: “No a interferenze”