Italia, Malta, Francia e Germania hanno raggiunto l’accordo per la redistribuzione dei migranti. Lamorgese: “Non siamo più soli”.

Italia, Malta, Francia e Germania si avvicinano all’accordo per la redistribuzione dei migranti. I richiedenti asilo che arriveranno in Europa dovrebbero essere, alla luce del patto, redistribuiti tra i paesi firmatari.

Migranti, Italia, Francia, Germania e Malta trovano la base per un accordo sulla redistribuzione

Abbiamo raggiunto un accordo per un documento comune” il ministro dell’Interno maltese Farrugia. Il testo sarà discusso in occasione del Consiglio Affari Interni del prossimo 8 ottobre a Lussemburgo.

Migranti Ocean Vikings
fonte foto https://twitter.com/SOSMedItalia

I termini dell’accordo

Nell’accordo raggiunto dai quattro paesi si prevede la redistribuzione di tutti i migranti e non solo di quelli che otterranno lo status di rifugiato politico. Inoltre, come sottolineato dalla Lamorgese, ci sarà una rotazione volontaria dei porti di sbarco, che quindi non saranno solo quelli italiani e quelli maltesi. La redistribuzione dovrà avvenire entro quattro settimane dal giorno dello sbarco.

Luciana Lamorgese
Luciana Lamorgese

Lamorgese: “Italia e Malta non sono più sole”

“Da oggi Italia e Malta non sono più sole, c’è la consapevolezza che i due paesi rappresentano la porta d’Europa […]. Il testo predisposto va nella giusta direzione ci sono contenuti concreti e abbiamo sciolto dei nodi politici complicati”.

“Questo è un primo passo concreto per un approccio di vera azione comune europea. Ho trovato un clima davvero positivo perché la politica migratoria va fatta insieme agli altri stati. Noi abbiamo sempre detto che chi arriva a Malta e in Italia arriva in Europa. E oggi questo concetto fa parte del comune sentite europeo”.

TAG:
primo piano

ultimo aggiornamento: 24-09-2019


Lega, raccolte 200mila firme contro il Governo. E Salvini attacca la CEI sui migranti

Accordo sulla redistribuzione dei migranti, Salvini: “Una presa in giro”