Nato nel 1990, il canale Isoradio traffico fornisce un servizio di aggiornamento costante sulle condizioni di viabilità autostradale.

Quando ci si mette in autostrada è bene tenersi informati sulle condizioni di traffico lungo il tragitto (code, rallentamenti, incidenti e altri fattori di rilievo) così come sui cambiamenti della situazione meteo. Per gli automobilisti che vogliono restare sempre aggiornati sul traffico e, più in generale, lo scorrimento della viabilità sulla rete autostradale esiste, ormai da anni, Isoradio, un canale di trasmissione della RAI dedicato appositamente alle informazioni sul traffico delle autostrade e non solo. Questo tipo di servizio permette di programmare nel dettaglio i viaggi più lunghi, mettendo in conto soste intermedie e – nel caso di cattivo tempo – consente di attrezzarsi in maniera adeguata (equipaggiandosi con catene da neve o altri accessori per la sicurezza).

Cos’è il canale RAI Isoradio traffico

Come si legge sul sito ufficiale dedicato, “Isoradio è il servizio radiofonico pensato principalmente per chi sta viaggiando su strada. È un flusso continuo di notizie sul traffico intervallate da musica piacevole e rilassante, con approfondimenti pensati per chi sta guidando ma sempre nell’ambito della pubblica utilità“.

Il canale è stato trasmesso per la prima volta il 23 dicembre del 1990; il nome deriva dal fatto che le trasmissioni vengono diffuse per mezzo del segnale isofrequenziale sui 103.3 MHz, sia sulle autostrade che nelle gallerie (cosa che all’epoca non era possibile). Per quanto riguarda il canale, la frequenza Isoradio traffico è FM; in alternativa Isoradio può essere ascoltato anche tramite DAB, via satellite, sul DTT e via web.

Il palinsesto del servizio Isoradio 103.3

Il servizio non ha un palinsesto predefinito, pur prevedendo appuntamenti quotidiani e settimanali fissi, ma “offre un flusso continuo di informazioni sulla mobilità, approfondimenti, interviste, rubriche, appuntamenti e dei servizi ausiliari“. Grazie a questa flessibilità di programmazione, il canale dà priorità alle notizie ed agli aggiornamenti in tempo reale. In generale, il palinsesto prevede il giornale radio, l’aggiornamento sulle condizioni del meteo, collegamenti con la Polizia Municipale e l’ENAC, intervallati da servizi quali l’ora esatta e una selezione di brani musicali. Durante il periodo estivo viene data priorità agli spostamenti dei turisti vacanzieri mentre negli altri mesi dell’anno viene ripristinato il palinsesto invernale.

Gli appuntamenti settimanali in programma tutti i giorni sono i seguenti:

  • Giornale radio e segnale orario (ogni ora esatta); talvolta il Giornale radio viene trasmesso per interno mentre in alcuni casi vengono letti soltanto i titoli
  • Titoli del TG1 (alle ore 19.57);
  • Collegamento con la Polizia Municipale (alle 7.30 e alle 19.07);
  • Collegamento con Autostrade per l’Italia (ogni ora a partire dalle 6.45);
  • Previsioni meteo (23.15);
  • Collegamento con l’ENAC (16.55);
  • Programma “Notte in sicurezza” (dalle 0.24 alle 5.29).

Gli orari di questi e di altri appuntamenti restano orientativi, in quanto possono spostati per esigenze informative. Per quanto riguarda invece le rubriche, quelle attive nel 2020 (secondo quanto riportato su ww.isoradio.rai.it) sono:

  • Pop Corn, in programma lunedì, mercoledì e venerdì alle 22.15;
  • In viaggio con la Polstrada, in programma il martedì dalle 10.30 alle 10.35;
  • Covermania, in programma il mercoledì alle 2.00;
  • Collegamento con i COA (Centri Operativi Autostradali), in programma venerdì dalle 16.30 alle 17.10.
Isoradio
Fonte foto: https://www.facebook.com/Isoradio-591380374260148/

Isoradio traffico in tempo reale: gli aggiornamenti quotidiani

Come detto, la priorità spetta alle notizie sul traffico. Gli aggiornamenti si basano sui dati forniti dal CCISS (il Centro di Coordinamento Informazioni Sicurezza Stradale). Le news vengono lette senza soluzione di continuità, intervallate da brani di musica leggera “sia scelti tra i primi 100 in classifica sia “classici” per la fascia d’età del pubblico di Isoradio, che sono i conducenti (età circa 20 – 70 anni)“.

Poiché il servizio è nato per fornire aggiornamenti sui flussi di traffico della A1, durante il corso della giornata sono previsti frequenti collegamenti con Autostrade per l’Italia (ASPI).

Nelle vetture dotate di un moderno sistema di infotainment, gli aggiornamenti sul traffico di Isoradio possono essere ascoltati in tempo reale sul canale TMC (Traffic Message Channel). Si tratta di un servizio digitale, attivo già dal 1998, che consente di ricevere in diretta le informazioni sui flussi di traffico sul navigatore della propria auto.

Il servizio TMC Isoradio è fornito dalla RAI ed è trasmesso sulle frequenze FM di Radio 1, Radio 2 e Radio 3 su tutto il territorio italiano. Il segnale può essere recepito anche dalle radio DAB e DAB+. Come spiega la pagina dedicata al servizio, “per ricevere il servizio TMC RAI è sufficiente disporre di un navigatore satellitare idoneo al servizio “free”, che può essere fornito direttamente dal fabbricante della vettura, o acquistato separatamente. Oppure di una Autoradio con la funzione RDS-TMC e sintesi vocale“.

Va sottolineato come il servizio TMC sia gratuito; possono usufruirne tutti gli utenti in possesso di una vettura il cui sistema di infotainment di bordo sia equipaggiato con un sistema di ricezione appropriato. Il sistema consente anche di impostare il tipo di informazione da ricevere.

Il segnale orario di Isoradio

Il segnale orario trasmesso da Isoradio si compone di due parti; una è il codice orario e l’altra è il segnale orario vocale. Quest’ultimo viene preceduto da un breve segnale acustico che, in realtà, è un segnale digitale usato da molti anni per effettuare la sintonizzazione dei sistemi di ricezione in grado di ricevere il segnale radio della RAI (sia su frequenza AM che FM).

Il segnale sincronizzato viene fornito dall’Istituto Nazionale per la Ricerca Metereologica (INRIM) di Torino; può essere recepito ovunque, anche nei luoghi in cui non vi è una rete telefonica mobile.

Quello dell’ora esatta è un servizio pubblico fornito dalla RAI; si tratta di un codice formato da un segmento di 32 bit di informazione “generato al secondo 52 e da uno di 16 bit generato al secondo 53, le cui durate sono rispettivamente di 960 e 480 millisecondi. La codifica binaria è realizzata dall’alternanza di due note di frequeza 2000Hz (livello logico “0”) e 2500 Hz (livello logico “1”) e ognuna di queste dura 30 millisecondi“. Il primo segmento contiene le indicazioni relative a secondi, minuti, ore, giorno e ordinale del mese (oltre all’eventuale adozione dell’ora solare o di quella estiva); il secondo segmento indica l’anno corrente in decine e unità.

Il segnale orario inviato dalla RAI può essere ricevuto da tutte le vetture dotate di autoradio con funzione RDS-CT (Clock Time).

Fonte foto: https://www.facebook.com/Isoradio-591380374260148/

Coronavirus, online la nuova autocertificazione

TAG:
approfondimento isoradio traffico

ultimo aggiornamento: 13-02-2020


Formula 1, presentata la Red Bull: si chiama RB16

Ferrari, Binotto blinda Vettel: “Resta la nostra prima scelta”