Ieri Israele ha avviato un’operazione contro la Striscia di Gaza. Gli attacchi sono continuati tutta la notte.

Una nuova notte di missili e attacchi tra Israele e il gruppo palestinese di Gaza dopo che Israele aveva provocato decine di morti e feriti con diversi raid aerei. Secondo le fonti, l’operazione “Breaking dawn” avviata da Israele contro i gruppi jihadisti islamici nella Striscia di Gaza proseguiranno per ancora una settimana. Tel Aviv ha giustificato il suo attacco dicendo si trattasse di misure preventive contro il terrorismo islamico.

Il ministro della Difesa israeliano, Benny Gantz, aveva di recente visitato le comunità alla frontiera e aveva avvisato. “Stiamo intraprendendo azioni per rimuovere la minaccia da questa regione”, ha dichiarato. “Opereremo con resilienza interna e forza esterna per ripristinare la vita di routine nel sud di Israele”, ha detto. “Non cerchiamo il conflitto, ma non esiteremo a difendere i nostri cittadini, se necessario”.

Gaza Israele
Gaza Israele

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Nella Striscia circa 11 morti tra cui una bambina

Gli attacchi sono proseguiti tutta la notte e in diverse città israeliane al confine sono stati aperti rifugi antiaerei e chiuse zone pericolose per attacchi missilistici. I raid aerei e i bombardamenti di terra hanno colpito obiettivi strategici nella Striscia di Gaza. Da Gaza invece sono partiti 160 razzi di cui 30 caduti nella striscia e 60 intercettati dal sistema di difesa Iron Dome israeliano mentre i 30 attacchi di Israele ha Gaza hanno colpito 40 obiettivi.

Finora a Gaza si registrano 11 morti (fra cui una bambina di cinque anni e due civili) e oltre 80 feriti. Secondo la radio militare, finora Hamas non partecipa attivamente ai combattimenti. Ma il leader politico della Jihad islamica fa sapere che “In questa campagna non ci poniamo alcuna linea rossa. Tel Aviv sarà un nostro obiettivo. Colpiremo tutte le città degli occupanti. Nelle prossime ore essi vedranno la nostra reazione”. Secondo Nahaleh tutte le fazioni armate dei palestinesi devono unirsi a questo sforzo.

All’inizio della settimana, le forze israeliane hanno cercato di catturare il comandante della Jihad islamica in Cisgiordania, Bassam al-Saadi, in un raid a Jenin lunedì.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 06-08-2022


Orbàn a Dallas tra i trumpisti contro immigrati e Lgbt

Usa-Russia: pronti a trattare su scambio di prigionieri