Italia, crescita economica: i nuovi dati Istat sul PIL e indebitamento
Vai al contenuto

Direttore: Alessandro Plateroti

Italia, crescita economica: i nuovi dati Istat sul PIL e indebitamento

grafico monete investimenti economia

L’Istat rivela aggiornamenti sorprendenti sul PIL 2022 e 2021 e sull’indebitamento delle Amministrazioni pubbliche.

L’Istat, con un recente aggiornamento, ha confermato la crescita del PIL per il 2022 al 3,7%. Ancora più sorprendente è la revisione al rialzo per il 2021, che ora segna un incremento dell’8,3%, un aumento di 1,3 punti percentuali rispetto alle stime precedenti.

Come fare soldi con le criptovalute e guadagnare?

Nel 2022, il PIL ai prezzi di mercato si attesta a 946.479 milioni di euro, con un’aggiunta di 37.325 milioni rispetto alle previsioni di aprile. Per il 2021, la cifra è stata corretta in aumento di 34.670 milioni.

grafico monete investimenti economia

Dettagli sulle variazioni economiche del 2022

Passando alle variazioni economiche del 2022, gli investimenti fissi lordi hanno registrato un incremento del 9,7%, mentre i consumi finali nazionali sono cresciuti del 3,9%. Sul fronte del commercio estero, le esportazioni di beni e servizi hanno visto un aumento del 9,9%, mentre le importazioni sono cresciute del 12,4%. A livello settoriale, il valore aggiunto ha subito una flessione dello 0,2% nell’industria e del 2,1% nel settore agricolo. Al contrario, le costruzioni hanno visto un balzo del 10,1% e il settore dei servizi un incremento del 4,5%.

Focus sull’indebitamento pubblico

Per quanto riguarda l’indebitamento netto delle Amministrazioni pubbliche in rapporto al PIL, il 2022 ha registrato un -8,0%, invariato rispetto alle stime di aprile e in miglioramento rispetto al -8,8% del 2021. Questo miglioramento è dovuto principalmente all’ottimo andamento delle entrate e al contenimento delle spese. Il saldo primario, che esclude la spesa per gli interessi, è stato del -3,8% del PIL. Questi dati, uniti alla revisione dei conti, hanno portato il rapporto debito/PIL del 2022 a scendere dal 144,7% al 141,6%. Analogamente, il 2021 ha visto una correzione dal 149,8% al 147%.

In conclusione, questi aggiornamenti da parte dell’Istat riflettono una situazione economica in continua evoluzione. La crescita del PIL e le variazioni nei diversi settori mostrano una resilienza e una capacità di adattamento dell’economia italiana, nonostante le sfide globali. La gestione dell’indebitamento pubblico, in particolare, evidenzia una tendenza positiva e sottolinea l’importanza di politiche economiche efficaci.

Riproduzione riservata © 2024 - NM

ultimo aggiornamento: 22 Settembre 2023 13:28

Alessia Pifferi: lusso e negligenza, la sorella svela la cruda verità

nl pixel