Il 3 luglio 1971 Jim Morrison, leader del gruppo rock The Doors, muore a Parigi, probabilmente a causa di un infarto. Aveva appena 27 anni.

James Douglas Morrison, per tutti semplicemente Jim Morrison nasceva in Florida l’8 dicembre 1943. Il padre era un ammiraglio della Marina degli Stati Uniti e fin da piccolo il ragazzo ebbe un rapporto alquanto complicato con la famiglia.

I primi problemi

Sveglio e intelligente, Jim Morrison iniziò a incupirsi e a diventare più trasgressivo, con un look trasandato. Nel 1963 venne arrestato per ubriachezza e disturbo della quiete pubblica durante una partita di football americano.

Jim Morrison e i The Doors: il successo e il declino

Nel 1964 si iscrive all’Università della California per studiare Cinematografia. Qui conobbe Ray Manzareck, il quale gli propose di formare una band. L’anno successivo, assieme a John Densmore e Robby Krieger, nascono The Doors.

L’ascesa del gruppo fu vertiginosa. A inizio ’67 l’Elektra pubblicò il primo album The Doors, che fu subito un successo, diventando uno dei dischi più venduti dell’anno. Il 25 luglio 1967 la canzone Light My Fire raggiunse il primo posto della classifica di Billboard, sancendo definitivamente l’ingresso del gruppo nell’Olimpo del rock.
Tuttavia, il successo non fu duraturo perché già nel 1970 Jim Morrison iniziò a abusare sempre più di sostanze stupefacenti e alcolici, tanto da arrivare a svenire durante un concerto.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non

La morte di Jim Morrison: le cause del decesso

Nel 1971 Morrison si trasferisce a Parigi con Pamela Courson. Nella notte del 3 luglio, la ragazza si svegliò sentendo Jim rantolare e vomitare; lui si rifiutò di chiamare un medico, e decise invece di farsi un bagno caldo. Pamela tornò a dormire ma quando si risvegliò scoprì il corpo dell’amante esanime e livido, ancora immerso nell’acqua della vasca.
Chiamati i soccorsi, arrivarono per primi i vigili del fuoco, i cui tentativi di rianimazione furono vani. Infine, in tarda mattinata il medico legale Max Vassille, dopo una frettolosa analisi del cadavere, dichiarò la morte del cantante per infarto e relativo arresto cardiaco.

La vita privata di Jim Morrison

Per parlare in maniera esaustiva della vita privata del cantante forse non basterebbe una trilogia. Era sicuramente molto attivo ma non ci sono dubbi che la donna della sua vita fu Pamela Courson, con la quale ebbe la relazione più importante. Relazione importante ma non semplice, anche alla luce degli eccessi di Jim Morrison.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non


Chi è e cosa ha fatto Julian Assange, il protagonista di WikiLeaks

Chi è Sergio Alfieri, il chirurgo che ha operato il Papa