Joe Biden, problemi di salute: i candidati per prendere il suo posto negli USA
Vai al contenuto

Direttore: Alessandro Plateroti

Joe Biden, problemi di salute: i candidati per prendere il suo posto negli USA

Joe Biden

Usa, le sfide della candidatura di Joe Biden per le presidenziali 2024, tra questioni di salute e i nomi dei possibili successori.

Le prossime elezioni presidenziali negli Stati Uniti vedono Joe Biden, attuale inquilino della Casa Bianca, al centro di discussioni sempre più accese. Con i suoi 81 anni, Biden si trova di fronte a dubbi non solo sulla sua candidatura ma anche sulla sua capacità di governare fino a un’età avanzata, potenzialmente fino ai 85 anni. Questa situazione ha alimentato speculazioni su possibili successori all’interno del Partito Democratico, dove nomi come quelli dei governatori Gavin Newsom (California) e Gretchen Whitmer (Michigan), oltre alla figura carismatica di Michelle Obama, emergono come alternative possibili. Da alcuni fonti estere e filorusse, si dice che soffra di gravi problemi di salute mentali.

Bonus 2024: tutte le agevolazioni

Joe Biden
Joe Biden

L’influenza dell’età e la salute su una candidatura controversa

Biden affronta le critiche non solo per la sua età avanzata ma anche per alcune gaffe recenti, che hanno sollevato questioni sulla sua idoneità a ricoprire l’ufficio più alto. Commenti critici sono arrivati da diverse testate, tra cui il New York Times, che ha parlato di un “disastro politico” in riferimento a una sua conferenza stampa, e The Atlantic, che ha sollevato preoccupazioni sulla sua presunta senilità.

I possibili successori

Tra i possibili candidati a succedere a Biden, spiccano Gavin Newsom e Gretchen Whitmer, due figure di spicco all’interno del partito, che potrebbero portare una ventata di novità e rispondere alle preoccupazioni legate all’età e alla salute dell’attuale presidente. Inoltre, la speranza di vedere Michelle Obama in corsa per la presidenza continua a rimanere viva tra molti elettori democratici, sebbene la sua candidatura rimanga ancora un’ipotesi.

Nonostante le critiche e i dubbi, Joe Biden sembra determinato a proseguire nella sua corsa, come dimostrano le sue recenti dichiarazioni in risposta ai commenti del procuratore speciale Robert Hur, che lo avevano descritto in termini poco lusinghieri. La sua resilienza e determinazione rimangono elementi chiave della sua immagine pubblica, anche di fronte a un contesto politico e mediatico spesso ostile.

La situazione politica e la discussione interna al Partito Democratico riflettono le tensioni e le sfide che caratterizzano l’attuale panorama politico americano. La decisione di Biden di candidarsi per un altro mandato e le speculazioni sui suoi possibili successori saranno centrali nei mesi a venire, delineando il futuro del partito e, potenzialmente, della nazione.

Riproduzione riservata © 2024 - NM

ultimo aggiornamento: 11 Febbraio 2024 14:07

Panico dopo incendio in centrale nucleare: parte piano d’emergenza

nl pixel