Il capitano della Juventus Giorgio Chiellini è intervenuto ai microfoni del Times. Di seguito le sue dichiarazioni.

Il capitano della Juventus, Giorgio Chiellini ha parlato ai microfoni del Times. Di seguito le sue dichiarazioni parlando a tutto tondo della sua carriera e del futuro.

La prima domanda è subito sulla Champions League: “La Champions è qualcosa che mi manca e che alla Juve manca dal 1996. Ci siamo andati molto vicini, ci proviamo ogni anno, ma è un torneo dove non sempre vince la squadra migliore. Negli ultimi tre anni siamo stati eliminati da Porto, Lione e Ajax. Non possiamo essere soddisfatti. Quest’anno possiamo provare a vincerla.”

Sull’Europeo vinto: “Loro avevano molta più pressione di noi e a volte la pressione ti dà energia, ma a volte è un ostacolo. Noi abbiamo percepito questa paura. Forse non paura… Ma il loro nervosismo, la loro tensione.”

Aggiunge: “A fine primo tempo, con l’Inghilterra in vantaggio 1-0, nel nostro spogliatoio c’era tranquillità. Eravamo sicuri che se avessimo tenuto la palla, avremmo segnato. Sicuramente avremmo trovato la soluzione per farlo. Tenere i nervi saldi è stata la cosa più importante e poi siamo stati fortunati ai rigori. Un pareggio è stato il risultato più giusto per quella partita.”

Giorgio Chiellini
Giorgio Chiellini

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Il capitano della Juventus parla dei singoli

Chiellini parla di Mbappé: “Il più talentuoso. Ci ho giocato contro per la prima volta nel 2017, aveva 18 anni ma era già incredibile. Non posso immaginarmi come sia adesso e cosa possa fare in futuro. Mi piace la sua mentalità.”

Su Pogba: “Lui è il LeBron James del calcio. Davvero, è fantastico com’è cresciuto. Quando lo vidi per la prima volta agli allenamenti dissi ‘Cosa? Non è vero’. Sapevo che arrivava dal Manchester United, quindi mi aspettavo di vedere un ottimo giocatore, ma il fatto che fosse andato via da lì mi faceva pensare che non fosse un top player. Invece lo era. Ora mi dispiace che non riesca a far vedere completamente tutte le sue qualità.”

Sul ritiro: “Forse devo chiamare Zlatan e decidere insieme a lui. Potremmo fare un video per Sky in cui ci diciamo: “Cosa vuoi fare?”, “No, tu cosa vuoi fare?”, “Ok, possiamo decidere insieme.”

Chiellini parla dei bianconeri

Queste le parole del capitano su Bonucci: “Il mio gemello in campo. Ho un fratello gemello nella realtà ma Leonardo è il mio gemello sul campo.”

Su Vlahovic: “Ci ha dato una sensazione di nuova energia da parte del club. Il club ha detto: ‘Vogliamo vincere e ora non avete scuse.”

Sullo giocare nella Juventus: “Ho imparato il significato di giocare per la Juventus. Questo è un club che cerca di dare tutto ai giocatori, in modo che possano solo giocare a calcio. Siamo fortunati ad avere, a vigilare sulle nostre teste, una famiglia, gli Agnelli che sono qui da quasi 100 anni. Per loro questo non è solo un investimento. Vogliono creare qualcosa e il verbo più importante è ‘vincere’. Questo non significa che devi vincere tutto ma alla Juventus si punta sempre a vincere.”

Riproduzione riservata © 2022 - NM

calcio news Juventus

ultimo aggiornamento: 13-03-2022


Fiorentina, Italiano: “Torreira? Ha tempismo, legge bene le situazioni”

Napoli, Spalletti: “Un’eventuale sconfitta sarebbe stata fatale”