Il tecnico della Juve, Massimiliano Allegri, ha rilasciato le seguenti dichiarazioni in vista del derby di Serie A contro il Toro.

Vigilia di campionato per la Juventus, attesa dal derby con il Torino. In vista del match, l’allenatore bianconero, Massimiliano Allegri, ha parlato in conferenza stampa. “È sempre una partita speciale – ha dichiarato –, giochiamo contro un Toro che ha un’anima ed è stato molto bravo Juric in questo. Domani ci sarà sold-out per quello che è possibile allo stadio, avremo bisogno anche dei tifosi. Speriamo di aver imparato qualcosa dalle prime due partite perché questa è la terza gara di fila contro squadre che giocano allo stesso modo”.

Nel corso della consueta chiacchierata con i giornalisti, Allegri è tornato sul pareggio con l’Atalanta: “Cambi tardivi? La squadra stava facendo bene, poi abbiamo preso un gol meraviglioso. Guardiamo il bicchiere pieno, giocare con l’Atalanta non è semplice: abbiamo fatto un buon punto e siamo rimasti con una partita in più davanti ai nerazzurri”.

“Noi dobbiamo continuare il nostro percorso, facendo un tot di punti per arrivare fra le prime quattro. Non dobbiamo accontentarci ma essere arrabbiati, il pari è un risultato ottimo se domani vinciamo il derby. La cosa strana del calcio è che quando fai un pareggio sembra tu abbia perso due punti, ma alla fine del campionato devi sommare tutti i punti della stagione. Bastava aver pareggiato due partite, con Empoli e Sassuolo all’andata, avevi due punti in più e la classifica era diversa”.

Leonardo Bonucci

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Juventus: emergenza in difesa

Si parla anche di formazione: “Domani è una partita molto complicata, non so ancora se metterò i tre davanti. Non ci sarà Bonucci, che ha un affaticamento al polpaccio, vediamo se ci sarà martedì. Ha fatto una buona partita a Bergamo, ma già nel secondo tempo era affaticato e poi l’ho tolto. Bernardeschi non è pronto: ha questa infiammazione all’adduttore, un po’ sul pube, e non possiamo rischiare di perderlo. Chiellini e Chiesa sono out, Danilo è squalificato. I centrali saranno De Ligt e Rugani“.

“Cuadrado gioca terzino destro – ha aggiunto Massimiliano Allegri –. Kean sta meglio, domani valuterò se giocare con Morata o con lui: l’altro giorno è entrato bene, è importante, soprattutto in questo momento, che tutti stiano bene perché ci sono tante partite. Il dubbio è uno tra Zakaria e McKennie e uno tra Locatelli e Arthur”.

Infine, il tecnico juventino si è soffermato su Alvaro Morata, spesso criticato dai suoi stessi tifosi: “Non si può discutere tecnicamente, è follia pura farlo. Alvaro sta facendo molto bene, è più sereno. Parlare di mercato ora… Dobbiamo essere concentrati sul momento per raggiungere risultati e fare qualcosa di bello e straordinario. Poi a giugno vedremo”.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

calcio news Juventus

ultimo aggiornamento: 17-02-2022


Morte Davide Astori, tre rinvii a giudizio per il certificato medico falso

Derby Juve-Toro: le parole di Juric alla vigilia