Kering da record: acquistato palazzo in Via Montenapoleone
Vai al contenuto

Direttore: Alessandro Plateroti

Kering, operazione da record: acquistato palazzo in Via Montenapoleone a Milano

Milano

Transazione record per Kering. Si tratta dell’operazione di maggior valore per un singolo asset mai avvenuta in Italia.

Un’operazione da record per Kering, il gruppo che tra i vari marchi conta nomi come Gucci, Saint Laurent e Bottega Veneta, che ha acquistato un palazzo in Via Montenapoleone a Milano. La transazione ha visto messi sul piatto 1,3 miliardi di euro per acquistare l’edificio da 5mila metri quadrati di superficie commerciale, noto ai più perché ospita al piano terra la storica pasticceria Cova, oltre a Saint Laurent e Prada.

Bonus 2024: tutte le agevolazioni

Milano
Milano

Kering, acquisto da record a Milano

Come sottolineato da Forbes, con la bellezza di 1,3 miliardi di euro, Kering ha acquistato da Blackstone un palazzo da 5mila metri quadrati di superficie commerciale che si trova in una zona cruciale di Milano, in via Montenapoleone 8.

Si tratta dell’operazione di maggior valore per un singolo asset mai avvenuta in Italia. In precedenza, tre anni fa, la società americana di investimento ne aveva acquisito la proprietà da Reale Compagnia Italia, nell’ambito di un portafoglio di otto immobili arrivando a spendere complessivamente 1,1 miliardi di euro.

Adesso, ecco il nuovo passaggio di mano con una cifra ancora superiore che consente a Kering di assicurarsi un immobile in una zona strategica e, precisamente, in uno degli incroci più importanti del Quadrilatero della Moda.

La strategia dietro l’acquisto

Come confermato dalle parole ufficiali di Kering subito dopo l’acquisto dell’edificio, si tratta di un’operazione che rientra nel piano di quelle che vengono chiamate “soluzioni immobiliari esclusive”.

“L’investimento si inquadra all’interno della strategia immobiliare selettiva di Kering, che intende assicurarsi posizioni altamente prestigiose e ambite per le sue maison”, ha reso noto in un comunicato il gruppo. “Kering continua a privilegiare una gestione proattiva del proprio portafoglio immobiliare, con l’obiettivo di breve-medio termine di mantenere una quota di partecipazione all’interno delle sue principali proprietà, al fianco di co-investitori presenti attraverso specifici veicoli di investimento”.

Riproduzione riservata © 2024 - NM

ultimo aggiornamento: 8 Aprile 2024 9:14

Ecco perché i bambini non riescono ad uscire dal Long Covid

nl pixel