La Finlandia vuole costruire una barriera al confine con la Russia per evitare che possa metterla in difficoltà con l’immigrazione illegale.

La Finlandia condivide con la Russia oltre 1300 chilometri di frontiera con la Russia. Il principale motivo che ha fatto decidere al paese scandinavo di abbandonare la neutralità avuta durante la Guerra Fredda e procedere ad entrare nell’Alleanza Atlantica per paura di un’eventuale invasione anche nel suo paese da parte di Mosca. Ora Helsinki decide di rinforzare quei confini costruendo una barriera protettiva.

Lo ha annunciato la prima ministra finlandese Sanna Marin che gode di un crescente consenso e il suo progetto potrebbe essere sostenuto anche dall’opposizione. La Finlandia vuole costruire barriere più solide al confine con la Russia per un possibile aumento della migrazione transfrontaliera illegale. Già un mese fa la Guardia di frontiera aveva proposto un progetto in questo senso. Al momento il confine tra i due paesi è segnato solo da recinzioni idi legno per impedire il passaggio al bestiame. Ma dopo l’invasione dell’Ucraina, il paese vicino è diventato più pericoloso.

Finlandia
Finlandia

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

La barriera al confine a protezione della Russia

I motivi per costruire una barriera fortificata tra Finlandia e Russia sono sostanzialmente quello di limitare il flusso di rifugiati russi, cittadini che sfuggono alla mobilitazione di Putin e quello di evitare un eccessivo flusso di migranti illegali. Per limitare l’entrata di cittadini russi, Helsinki sta pensando ad altre restrizioni come l’abbassamento del numero di visti turistici rilasciati ai cittadini russi. Inoltre, Mosca potrebbe spingere verso il territorio finlandese migliaia di richiedenti asilo e mettere così in difficoltà il paese.

Già in estate la Finlandia ha introdotto una legge per «migliorare la capacità operativa della Guardia di frontiera nel rispondere alle minacce ibride». Sanna Marin ha detto che «si tratta di garantire un’adeguata sorveglianza del confine orientale della Finlandia in futuro. Vogliamo assicurarci di avere un supporto sufficiente affinché la nostra Guardia di frontiera esegua un controllo efficace e appropriato ai confini. Inoltre, dobbiamo essere preparati a qualsiasi situazione di disturbo».

Il progetto dovrebbe essere lunga circa 250 chilometri e alta diversi metri, sormontata di filo spinato e telecamere di sorveglianza e sensori di movimento. Il muro sarà alzato nelle zone maggiormente a rischio.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 20-10-2022


Vaccino Covid under 5, rischioso per i più piccoli

“Welcome to Britaly”: il paragone dell’Economist