La Regione Lombardia cancella la legge per gli “Interventi a tutela degli immigrati extracomunitari e delle loro famiglie”. Polemiche dal Pd: “Andava aggiornata, non abrogata”.

Bufera in Lombardia per la scelta della Lega di cancellare il sostegno economico destinato ai Comuni della regione impegnati nell’accoglienza. La denuncia da parte del Partito democratico che parla di una “crociata cieca” che ignora i bisogni e i diritti di centinaia di persone.

Lombardia, cancellata la legge per gli interventi a tutela degli immigrati

“La Regione a guida leghista sceglie di cancellare una legge per il sostegno ai comuni che organizzano l’accoglienza ai migranti”, fanno sapere dal Partito democratico scatenando la polemica in Lombardia. Il provvedimento in questione, tagliato dalla legge di bilancio, è quello sugli Interventi a tutela degli immigrati extracomunitari in Lombardia e delle loro famiglie.

Regione Lombardia
fonte foto https://www.facebook.com/ivan.fasciani

La battaglia di Pd e M5s

I deputati del Pd e del Movimento Cinque Stelle hanno presentato due emendamenti nel tentativo di lasciare la legge in vigore. L’idea condivisa è che il provvedimento andasse modificato, non abrogato.

Il consigliere del Pd Astuti: la legge andava aggiornata, non certo abrogata

La protesta del Partito democratico è stata presentata dal consigliere Astuti. Il Pd condanna fermamente la scelta della Lega di abrogare una legge rivolta anche e soprattutto a persone realmente bisognose di un sostegno economico. “Era una legge datata ma sarebbe stato giusto aggiornarla, non certo abrogarla. Quella della Lega contro i migranti è una crociata cieca, che non risolve i problemi ma li aggrava”.


Sergio Mattarella: il mondo ha bisogno di equità e libertà

Bufera anche sull’azienda dei Di Battista: non pagherebbe dipendenti e Inps