La stretta di Papa Francesco sulle celebrazioni in latino. Sarano i vescovi i responsabili delle disposizioni per la Messa antica.

CITTA’ DEL VATICANO – E’ arrivata la stretta di Papa Francesco sulle celebrazioni in latino. Con un Motu Proprio, il Pontefice ha modificato le norme per quanto riguarda la Messa Antica. Come riportato dall’Ansa, le disposizioni saranno decise dai vescovi, anche se questo tipo di celebrazioni non si potranno più fare nelle chiese parrocchiale.

Una nuova decisione destinata a creare delle discussioni all’interno della Chiesa, ma Bergoglio non ha nessuna intenzione di fare pasi indietro su questo tema.

Il Motu Proprio di Bergoglio sulla Messa antica

Il Motu Proprio del Pontefice è stato accompagnato da una breve lettera ai vescovi del mondo. “E’ una situazione che mi addolora – si legge nella missiva scritta da Bergoglio – e mi preoccupa. L’intento pastorale dei miei predecessori era proteso al desiderio dell’unità è stato spesso gravemente disatteso […]“.

Le nuove norme sono state motivate da Bergoglio per “un uso strumentale del Missale Romanum del 1962, sempre di più caratterizzato da un rifiuto crescente non solo della riforma liturgica, ma del Concilio Vaticano II, con l’affermazione infondata e insostenibile che abbia tradito la Tradizione e la vera Chiesa […]“.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non

udienza privata Papa Francesco
Papa Francesco

Francesco: “Messa antica sfruttata per aumentare le distanze”

Nella missiva Papa Francesco ha precisato che “la Messa antica era una possibilità offerta da san Giovanni Paolo II e con magnanimità ancora maggiore da Benedetto XVI al fine di ricomporre l’unità del corpo ecclesiale nel rispetto delle varie sensibilità liturgiche, ma è stata usata per aumentare le distanze, indurire le differenze, costruire contrapposizioni che feriscono la Chiesa e ne frenano il cammino, esponendola al rischio di divisioni“.

Il Pontefice, inoltre, ha puntato il dito contro chi nelle celebrazioni sfora in veri e propri abusi. E questa decisione rischia di provocare ulteriori tensioni all’interno della Chiesa.


Reporter della Reuters è stato ucciso in un agguato in Afghanistan

Coronavirus, gli scienziati bocciano la ‘linea Johnson’