Ragazzo di 18 anni aggredito da una baby gang a Lanciano. Il giovane è in coma all’ospedale di Pescara.

LANCIANO (CHIETI) – Apprensioni a Lanciano per le condizioni di un ragazzo di diciotto anni, aggredito da una baby gang. L’episodio, come scritto da La Repubblica, sarebbe avvenuto nella notte tra il 17 e il 18 ottobre 2020 nella zona dell’ex stazione Sangritana. Un luogo molto spesso utilizzato come punto di ritrovo dai giovani per bere o usare sostanze stupefacenti.

La Procura ha aperto un’indagine per risalire all’identità degli aggressori. Sono state visionate le telecamere della zona e ascoltati alcuni testimoni.

L’aggressione

L’aggressione è avvenuta nella notte tra il 17 e il 18 ottobre 2020. Come scritto da La Repubblica, il giovane era in compagnia di due amici, tra questi anche una ragazza minorenne.

A poco distanza da loro un gruppetto di cinque persone che, per motivi ancora da accertare, si sono scagliati contro il terzetto. I suoi due amici sono riusciti a divincolarsi, il 18enne, invece, ha subìto un pugno alla testa. Gli aggressori hanno fatto perdere le loro tracce, con gli inquirenti che stanno visionando le telecamere della zona per risalire all’identità dei giovani appartenente alla baby gang. Ascoltati anche gli amici che si trovavano con la vittima nella notte tra il 17 e il 18 ottobre 2020.

Ambulanza
Ambulanza

Aggressione a Lanciano, le condizioni del ragazzo di 18 anni

Sono gravi le condizioni del 18enne. Il giovane, soccorso in un primo momento sul posto, è stato trasferito in gravi condizioni all’ospedale di Pescara nel reparto di neurochirurgia.

Diverse le lesioni riportate dal ragazzo, presente anche un ematoma alla testa. I medici stanno cercando di fare tutto il possibile per riuscire a sciogliere la prognosi e salvare la vita al ragazzo. Gli inquirenti proseguono le indagini per risalire all’identità dei giovani appartenente alla baby gang. Anche in questo caso massimo riserbo da parte degli investigatori.

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
aggressione baby gang cronaca lanciano

ultimo aggiornamento: 19-10-2020


Stati Uniti, pena di morte a una donna dopo 60 anni: ha strangolato una ragazza incinta

Morto Alfredo Cerruti, autore tv e fondatore degli Squallor