Il Lazio è pronto a partire con la terza dose. Zingaretti: “Iniziamo con chi ha ricevuto un trapianto”.

ROMA – Il Lazio è pronto a partire con la terza dose. La Regione guidata da Nicola Zingaretti dovrebbe essere una delle prime a mettere in campo il nuovo sistema per poter immunizzare tutte le perone che lo richiedono. “Siamo pronti a partire – ha scritto in un tweet il governatore – dalla prossima settimana iniziamo con chi ha ricevuto un trapianto e che saranno contattati dal sistema sanitario regionale. Continuiamo a mettere in sicurezza la vita e il futuro“.

Si tratta semplicemente di un primo passo che in futuro potrebbe essere seguito dalle altre persone fragili, mentre solo nel 2022 dovrebbe toccare a tutti gli altri cittadini.

Green Pass obbligatorio, le regole dal 15 ottobre

Il piano dell’Italia

Il piano dell’Italia sulla terza dose è ormai definito. Da fine settembre (il Lazio sarà una delle prime regioni n.d.r.) si inizia con le persone fragili. A chiamare molto probabilmente sarà il sistema sanitario regionale e solo successivamente si inizierà con tutte le altre persone.

Le prime dovrebbero essere gli over 80, mentre dopo toccherà al personale sanitario e tutti i dipendenti a forte rischio contagio. Infine, se l’Aifa darà il via libera, la terza somministrazione spetterà a tutti gli altri. Anche se su quest’ultimo tema la partita è ancora aperta.

Nicola Zingaretti
Nicola Zingaretti

L’obbligo vaccinale

Discussione ancora aperta anche sull’obbligo vaccinale. Le persone che non hanno avuto almeno una dose di vaccino sono almeno 10 milioni e per questo motivo non si esclude la possibilità di fare una legge per introdurre l’obbligo della somministrazione.

Il premier Draghi sta valutando la possibilità di portare in Consiglio dei ministri questa misura, ma prima bisognerà trovare un accordo nella maggioranza e per questo motivo ben presto sarà convocata una cabina di regia per provare ad arrivare ad un compromesso nell’esecutivo.

coronavirus vaccino coronavirus

ultimo aggiornamento: 12-09-2021


Gran Bretagna, passo indietro di Johnson: niente Green Pass per locali ed eventi

Incidente sul lavoro, 33enne schiacciato da un albero